Osiris Rex lascia per sempre l’asteroide Bennu

L'artista raffigura la navicella spaziale Osiris Rex che lascia Benno (in basso a sinistra).

L’artista raffigura la navicella spaziale Osiris Rex che lascia Benno (in basso a sinistra).
Una precisazione: NASA / Goddard / Università dell’Arizona (Giusto uso)

Ieri, la sonda spaziale OSIRIS-REx della NASA è passata vicino Asteroide Benno Per l’ultima volta, ha concluso la sua relazione di due anni e mezzo con Space Rock. Ma Osiris Rex è ancora bloccato nelle vicinanze dell’asteroide, come se esitasse a imbarcarsi per il suo ritorno sulla Terra di quasi 200 milioni di miglia. Quel viaggio inizierà all’inizio di maggio.

Osiris Rex sta trasportando preziosi campioni dell’asteroide e dovrebbe tornare sulla Terra il 24 settembre 2023.

Asteroide Benno.

Asteroide Benno.
Una precisazione: NASA / Goddard / Università dell’Arizona

Michael Morrow, vicedirettore del progetto per la missione OSIRIS-REx sul Goddard Space Flight Center della NASA presso A. dichiarazione. È la più grande manovra di propulsione per il veicolo spaziale da quando si è avvicinato per la prima volta a Benno nell’ottobre 2018, ha aggiunto Morrow.

Quando Osiris Rex ha lasciato la sua orbita familiare, ha scattato foto della superficie dell’asteroide da circa due miglia di distanza. I ricercatori della NASA sperano che queste informazioni mostrino come è cambiata la superficie di Bennu dopo aver raccolto i campioni di Osiris Rex, che hanno richiesto al materiale del veicolo spaziale di esplodere dalla superficie della roccia.

Il Campionamento Touch and Go (TAG) Il 20 ottobre 2020 ha avuto successo, ma il team ha aggiunto il volo al programma di partenza per vedere come è cambiata la superficie dell’asteroide. Il volo è durato circa sei ore e ha coperto più di una rotazione completa dell’asteroide.

La navicella ha fatto scalpore nell'asteroide quando il campione è stato raccolto.

La navicella ha fatto scalpore nell’asteroide quando il campione è stato raccolto.
Una precisazione: Il Goddard Space Flight Center della NASA (Giusto uso)

“Esaminando la distribuzione del materiale estratto intorno al sito TAG, impareremo di più sulla natura dei materiali superficiali e sotterranei insieme alle proprietà meccaniche dell’asteroide”, ha detto Dante Loretta, scienziato planetario presso l’Università dell’Arizona. OSIRIS-REx Principal Investigator, presso la NASA comunicato stampa.

Rimarremo aggiornati su queste ultime foto, che dovrebbero uscire tra circa una settimana. La navicella condivide le antenne per le comunicazioni a terra con il Perseverance Chariot, che al momento è anche impegnato a inviare messaggi. Quindi potrebbe volerci un po ‘di tempo.

Rimane circa un mese prima che OSIRIS-REx inizi il suo viaggio di ritorno. Si spera che queste ultime foto dell’asteroide saranno sufficienti a tenerci incantati fino a settembre 2023.

READ  Gli scienziati stanno cercando di correggere le mappe piatte con nuove proiezioni a doppia faccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *