Ondate di caldo in Europa: la Spagna soffre quello che potrebbe essere il giorno più caldo di sempre | notizie dal mondo

La Spagna ha registrato il suo giorno più caldo di sempre dopo aver registrato una temperatura temporanea di 47,2°C (116,96°F) in Andalusia.

La temperatura è in attesa di conferma poiché i paesi dell’Europa meridionale continuano a sperimentare livelli pericolosi di calore.

L’Italia ha messo in allerta 16 città per i rischi per la salute e il Portogallo ha avvertito il 75% delle sue regioni di dover affrontare un “rischio notevolmente aumentato” di incendi.

immagine:
La gente del posto e i turisti si sono calmati in mare a Maiorca poiché la Spagna probabilmente ha registrato la sua temperatura più calda di sempre

I dati dell’Agenzia meteorologica spagnola affermano che venerdì pomeriggio è stata registrata una possibile temperatura senza precedenti nel paese nella città di Montoro a Córdoba.

Se confermato, supererebbe il precedente record del paese di 46,9 ° C (116,42 ° F) – che è stato fissato nelle vicinanze nel luglio 2017.

Arriva solo tra pochi giorni La Sicilia in Italia Mercoledì ha riportato una temperatura di 48,8 gradi Celsius (119,84 gradi Fahrenheit), che è anche in attesa di verifica e sarebbe la temperatura più alta mai registrata in Europa.

L’attuale record di calore è stato stabilito in Europa nel 1977, quando Atene ha raggiunto i 48 °C (118,4 °F).

Nella provincia meridionale spagnola di Granada, dove venerdì le temperature sono salite a 45,4 C (113,7 F), poche persone si sono avventurate all’aperto.

La gente di Cordoba si rinfrescava in una fontana mentre la città cuoceva in un caldo soffocante
immagine:
La gente a Cordoba si raffreddava in una fontana mentre la provincia cuoceva in un caldo soffocante

Chi ha chiesto ombra si è fermato a fotografare i termometri pubblici che mostravano le alte temperature.

READ  Il sondaggio rileva che quasi tutti gli elettori Tory concordano sul fatto che l'evasione fiscale delle società sia moralmente sbagliata | foglie di pandora

Le gelaterie hanno fatto affari e alcuni ristoranti hanno installato irrigatori per spruzzare acqua nebulizzata sui loro ospiti.

Miriam Garcia, una studentessa, desiderava non sfidare il caldo, dicendo: “Fa così caldo, dobbiamo bere acqua e applicare sempre la crema solare, e ogni tanto ci fermiamo a bere qualcosa al bar.

“Sarebbe meglio essere a casa che per strada, fa così caldo!”

L’aria calda del deserto del Sahara che ha causato giorni di caldo e alimentato centinaia di incendi nei paesi mediterranei non mostra segni di cessare presto, ha affermato Dominic Roy, climatologo dell’Università di Santiago de Compostela.

“L’ondata di caldo che stiamo vedendo in questo momento è molto intensa e molte persone dicono che è normale, come in estate. Ma non lo è, non fa così caldo”, ha detto.

L’Organizzazione meteorologica mondiale ha affermato che le temperature registrate nella regione mediterranea superano di gran lunga il consueto clima caldo e secco di agosto e sono invece “estreme e ciò che potremmo aspettarci dal cambiamento climatico”.

Record di temperatura temporaneo in Spagna nella città meridionale di Cordoba
immagine:
Il record provvisorio di temperatura per la Spagna è stato registrato nella provincia di Córdoba

Con temperature notturne che dovrebbero superare i 25 gradi Celsius (77 Fahrenheit) nella maggior parte della Spagna, Roy era preoccupato per i residenti che non potevano permettersi l’aria condizionata e altre persone a rischio, come i senzatetto o coloro che lavorano all’aperto.

L’Agenzia meteorologica spagnola ha indicato che nell’ultimo decennio sono state registrate 24 ondate di calore, il doppio del numero in ciascuno dei tre decenni precedenti.

Altrove nella penisola iberica, il governo portoghese ha messo in allerta 14 delle 18 province del paese fino a lunedì notte a causa di un “aumento del rischio” di incendi, con temperature che dovrebbero superare i 40 gradi Celsius (104 gradi Fahrenheit).

READ  Zarif accusa Israele per l'incidente di Natanz e giura vendetta | Notizie sull'energia nucleare

Questo è ancora inferiore alla temperatura più alta mai registrata in Portogallo a 47,3 ° C (117,1 ° F) nell’interno dell’Alentejo nel 2003.

Gli incendi boschivi hanno devastato la Sicilia, distruggendo alberi e minacciando case.  Pic: AP
immagine:
Gli incendi boschivi hanno devastato la Sicilia, distruggendo alberi e minacciando case. Pic: AP

Gli italiani hanno cercato sollievo in mare e in montagna dall’anticiclone Lucifero che portava aria calda dall’Africa durante il culmine del fine settimana estivo italiano. Le autorità hanno sollevato preoccupazioni per gli anziani e altre persone a rischio mentre hanno esteso gli avvisi di caldo a 16 città.

Le temperature in Italia sono arrivate fino a 37 gradi Celsius (98,6 Fahrenheit) a Roma, Firenze e Bologna, tutti luoghi che il Ministero della Salute ha messo in massima allerta.

Un’ondata di caldo in Europa ha esacerbato gli incendi che hanno divorato le foreste dell’Italia meridionale, della Grecia e della Turchia.

Dall’altra parte del Mediterraneo, il Nord Africa è tumultuoso da giorni.

L’Ufficio meteorologico nazionale algerino ha emesso un bollettino speciale sabato affermando che le temperature in diverse regioni del nord hanno superato i 44 gradi Celsius (115 Fahrenheit) con massime che raggiungono i 47 gradi Celsius (116,6 Fahrenheit).

Gli scienziati affermano che non c’è dubbio che il cambiamento climatico dovuto alla combustione di carbone, petrolio e gas naturale stia guidando eventi estremi, come ondate di calore, siccità, incendi, inondazioni e tempeste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *