Olimpiadi di Tokyo: l’Italia vince Usain Bolt e Giamaica nella staffetta 4x100m dopo un fantastico match di ancoraggio

Nonostante la mancanza di fan, le Olimpiadi di Tokyo sono state molto divertenti da guardare.

In generale, abbiamo semplicemente visto grandi prestazioni dei migliori atleti del mondo, che hanno messo in scena una serie di spettacoli a nostro vantaggio.

Dall’incursione di Adam Petty in piscina ancora una volta, a Carston Warholmy che corre uno dei più grandi 400 ostacoli di tutti i tempi, non siamo mai stati senza dubbio.

Tuttavia, le gare di breve distanza maschili hanno presentato un po’ un punto interrogativo con pochissime persone in grado di determinare un favorito assoluto dopo il ritiro della superstar mondiale, Usain Bolt.

Alla fine, abbiamo avuto una sorpresa nei 100 metri, con Il velocista italiano Marcel Jacobs rivendica la gloria d’oro In un tempo di 9,80 secondi.

Nei 200 metri, Andre Degras ha preso d’assalto il Canada davanti al duo americano grazie a un tempo elettrico di 19.62.

Tuttavia, il più grande shock negli sprint è arrivato nel calore 4x100m dopo L’unità americana è stata gravemente distrutta.

Tale è il loro lignaggio, gli Stati Uniti entreranno sempre in uno dei giochi come uno dei favoriti, non importa chi siano i corridori.

Quel risultato, e la mancanza di Bolt, ha lasciato le posizioni di medaglia nella finale di questa sera spalancate.

In quella che si è rivelata una gara straordinaria, il quad italiano ha conquistato il primo posto con un tempo brutalmente veloce di 37.50.

Dopo che gli italiani hanno fatto ogni turno, alla fine hanno battuto il Team GB per un’indimenticabile medaglia d’oro.

Sono stati seguiti da vicino dalla squadra canadese che ha conquistato il bronzo.

READ  The Cleveland Cavaliers ran out of power - and the players - in a 103-83 loss to the Orlando Magic

Sembrava che il team GB stesse entrando nelle fasi finali dopo una consegna superba che ha visto Richard Keelty volare intorno alla curva nella penultima tappa.

Con solo yard sul quad britannico, con Nathaniel Mitchell-Blake era ancora in vantaggio, ma l’ultima tappa di Filippo Tortue ha visto l’Italia strappare l’oro per un pelo.

Quelle che erano state settimane meravigliose per l’autoproclamata Italia sul palcoscenico del nemico globale si è conclusa con un colpo clamoroso.


Notizie ora – Notizie sportive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *