Nuotatore italiano batte il record nel “sacro” lago Titicaca

Lago Titicaca, Bolivia: Andrea Oriana, ex nuotatore olimpico italiano, ha stabilito un nuovo record sulle alte e fredde vette del Lago Titicaca, il lago navigabile più alto del mondo circondato dalle catene montuose andine tra Bolivia e Perù.

Il 47enne ha nuotato attraverso 20 chilometri (12,43 miglia) del lago senza una muta in totale 5 ore e 33 minuti, battendo il precedente record di distanza nuotando sul lago al suo terzo tentativo, nonostante l’acqua zampillante e l’aria rarefatta a 3.812 altitudine Metri (12,506 piedi) sul livello del mare.

“La difficoltà è l’altitudine, non ti aiuta a nuotare bene e rallenta le tue bracciate a causa del freddo perché ti senti 12 gradi Celsius (53,6 gradi Fahrenheit) non protetto e senti molto freddo”, ha detto Oriana.

E l’italiano, che aveva applicato la sua pelle con la cera per tenere lontano il freddo, nuotò vicino alla vetta del cosiddetto “Drago dormiente” sulla sponda orientale dell’Isola della Luna nel mezzo del lago.

Mauricio Salas, giudice della Federazione Boliviana di Nuoto, ha confermato il nuovo record che ha battuto il precedente record di 16 km.

“Nuotare in questo lago è un sogno, perché è una delle esperienze più difficili al mondo”, ha detto Oriana, che in precedenza aveva attraversato a nuoto la Manica.

“Avere il record mondiale nel Titicaca mi rende così entusiasta che questo sia un lago veramente sacro”, ha detto Oriana, che ora sta progettando di nuotare per una distanza più lunga: 43 chilometri (27 miglia) dalla Bolivia al Perù attraverso il lago.

(Coperto da Santiago Limaci e Monica Machikao; scritto da Adam Jordan; a cura di Francis Kerry)

READ  La Juventus sta mostrando i suoi muscoli difensivi sotto la guida del suo allenatore, "Allegrian" Pirlo - scienziato - atleta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *