Novak Djokovic ha lasciato lo swing contro l’avversario dell’Open d’Italia Aslan Karatsev nel suo ultimo incontro sulla terra battuta | tennis | gli sport

Novak Djokovic cercherà vendetta quando affronterà Aslan Karatsev nel suo match di apertura agli Open d’Italia. È il loro primo incontro in più di un anno, dopo che il numero 35 del mondo ha sconfitto il serbo in casa a Belgrado lo scorso anno, con Djokovic che ha ammesso di essere “scontento della sua prestazione” nelle semifinali ATP.

Djokovic inizierà la sua campagna al Rome Masters contro il russo bluffatore, che nel 2021 ha goduto di una svolta nella stagione – ha iniziato l’anno al 112° posto nel mondo e ha concluso 18° al Serbia Open, e ora si affronteranno per la prima volta da quando poi.

La svolta di Karatsev agli Australian Open è arrivata l’anno scorso quando ha raggiunto le semifinali, dove ha perso contro Djokovic in due set. Ma solo due mesi dopo, si è classificato 28° nel mondo e ha sconfitto il 20 volte campione 7-5, 4-6, 6-4.

Il giocatore n. 1 al mondo è rimasto a bocca aperta dopo la dura partita, dicendo poi: “Tanto di cappello a Kartsev, è stato audace e meritava di vincere. Probabilmente non riuscirò a ricordare tutti gli scambi memorabili di questa partita perché Ho perso, non sono contento della mia prestazione, ho litigato ma ha fatto grandi tiri ogni volta che ne aveva bisogno”.

Solo in: Federer e l’agente “Alcaraz Show Plan” dopo che ha catturato la sua attenzione da adolescente

“Certamente [the biggest win of my career]Karatsev ha detto dopo le semifinali del Serbia Open. “Sono davvero contento, ho messo tutto in campo. È stata una partita lunga. Sono davvero contento della mia prestazione di oggi”. Spiegando come Djokovic è riuscito a rubargli il secondo set, ha aggiunto: “E’ stata una partita lunga e difficile. [against a] Forte avversario.

READ  Kentucky loses Auburn's Ugly Beat as Calipari's discontent grows

“Devi mettere [in] Tipo il 200 percento per battere questo ragazzo, è come giocare contro un muro. Ha anche fatto dei bei colpi. Non ti dà alcun punto gratuito. Ti fa giocare sempre e devi esserci sempre perché una volta che sbagli qualche tiro, li prende molto velocemente. È così che ho perso il secondo set”. Djokovic spera di fare lo stesso in due set martedì per passare al terzo turno a Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *