Nigel Farage mette in evidenza il complotto per mettere in ginocchio lo stato membro dell’UE dopo una grande discussione | mondo | notizia

Nigel Farage ha avvertito che i Paesi Bassi stanno guidando i tentativi di conquistare l’Ungheria a causa della sua recente legge anti-Lgbt. Il signor Farage si aspettava che la disputa si intensificasse nelle prossime settimane tra le minacce degli stati membri di premere per il ritiro della nazione dall’unione. L’Ungheria rischia ora di affrontare una sfida legale presso la più alta corte dell’UE.

Parlando con GB News, Farage ha dichiarato: “L’altra storia che non fa grandi notizie ma è una storia enorme è un’esplosione nell’Unione Europea di proporzioni epiche tra l’Ungheria e i Paesi Bassi in particolare.

Il primo ministro olandese ha affermato di voler lasciare l’Ungheria in ginocchio a causa della sua politica gay.

“Come sempre, ci sono spesso molte storie che non vengono trattate, ma questo è davvero importante”.

Il primo ministro olandese Mark Rutte è stato duro nella sua risposta alla nuova legge ungherese, esortando il presidente Orban a ritirare la legislazione o a ritirare il suo paese dall’Unione europea.

APPENA IN: Boris potrebbe affrontare la battaglia della Corte Suprema sull’odiato accordo UE – verdetto entro pochi giorni

Parlando alla stampa all’ultimo vertice dei leader dell’UE a Bruxelles, Rutte ha dichiarato: “Era davvero una sensazione forte e profonda che non potesse essere così. Riguardava i nostri valori; questo è ciò che rappresentiamo,

“Ho detto, ‘Smettila, dovresti ritirare la legge, e se non ti piace e dici davvero che i valori europei non sono i tuoi valori, allora dovresti pensare se rimanere nell’UE'”.

Il primo ministro lussemburghese, Xavier Bettel, si è unito alla condanna della legge, affermando che anche Budapest deve essere soggetta a misure ancora non testate per tagliare i finanziamenti dell’UE a coloro che infrangono le regole democratiche.

READ  Un aereo è stato trovato sul fondo del lago California, si crede abbia perso un aereo del 1965

Diciassette leader di tutto il Regno Unito, tra cui Bettel e il primo ministro italiano Mario Draghi, hanno firmato una lettera all’inizio di questa settimana a sostegno dei diritti LGBT.

Leggi di più: “Quanto voleva davvero essere dura?” Frost attacca la “debole” strategia Brexit di Theresa May

La proposta di legge anti-LGBTQ+ in Ungheria vedrebbe il governo vietare l’uso di sostanze nelle scuole considerate come promozione dell’omosessualità e del cambiamento di genere.

Le Nazioni Unite si sono unite all’Unione europea nel condannare la legislazione, avvertendo che avrebbe perpetuato lo stigma e la discriminazione in tutto il paese.

L’esperto indipendente Victor Madrigal-Borlos ha affermato che la legislazione sfida la “regola dei valori” dell’UE.

“Li esorto a smantellare tale criminalizzazione”, ha detto Madrigal Borlos.

“Queste disposizioni sulla criminalizzazione, anche se non applicate, creano un contesto ostile per l’esistenza delle persone LGBT e portano anche a estorsioni e violenze significative che colpiscono la vita quotidiana di queste persone”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *