News Ue: Matteo Salvini lancia un violento attacco all’Unione Europea – “Vogliamo libertà, non soldi!” | Politica notizia

L’ex vice primo ministro italiano e funzionario esecutivo dell’Unione europea ha avvertito che lavorerà per garantire che le dosi di vaccino vengano consegnate agli Stati membri, consentendo loro la libertà di spendere i fondi di recupero dell’Unione a loro piacimento.

Il leader del partito di destra della Lega ha detto a New Europe: “Non abbiamo chiesto nulla.

“L’Europa dovrebbe solo rispettare gli accordi esistenti e permetterci di continuare ad agire per conto nostro”, ha detto.

“L’Unione Europea deve mantenere i numeri dei vaccini promessi e consentire a imprenditori, agricoltori, pescatori e ricercatori italiani di operare senza regole ridicole che impediscano l’ulteriore sviluppo di un’azienda come Alitalia.

“Non chiediamo soldi, solo il diritto alla libertà di lavoro”.

Il Recovery Fund, il progetto economico di punta del blocco volto ad aiutare gli Stati membri a riprendersi dagli effetti disastrosi della pandemia, viene fornito con le condizioni.

L’Italia, che ha fatto pressioni per un maggiore sostegno dell’UE al culmine della crisi, è destinata a ottenere la quota maggiore: 209 miliardi di euro, ovvero il 28% dell’intero fondo di salvataggio.

Per esercitare ulteriore pressione sull’Unione europea, Salvini ha incontrato giovedì il primo ministro ungherese di destra Viktor Orban e l’alleato della Polonia Matthews Murawiecki, per gettare le basi per un nuovo gruppo politico europeo.

I nazionalisti hanno cercato e fallito di unirsi in Europa per molto tempo, in parte a causa di interessi nazionali contrastanti e in parte a causa delle grandi differenze di opinioni sulle relazioni estere come le relazioni con la Russia.

Per saperne di più: L’Unione europea non è riuscita a raggiungere il suo obiettivo di vaccinazione, nonostante l’obiettivo del Regno Unito a febbraio

READ  One dead after wrongly hitting the driver head-to-head halfway on I-73

“Quando parliamo di queste due questioni specifiche, chiediamo di più dall’Europa.

“In alcune aree politiche, vogliamo che gli altri membri dell’Unione europea possano decidere da soli su altre questioni, ma su questi due punti specifici, riteniamo che l’Europa debba avere un ruolo di primo piano in termini di cooperazione.

“Parlando di una visione più ampia per il futuro dell’Unione Europea, credo che dopo la crisi del coronavirus, l’Unione Europea debba riscoprire se stessa e trovare una nuova anima.

“I gruppi politici all’interno del Parlamento europeo dovrebbero cogliere l’opportunità e usarla come veicolo per il cambiamento”, ha detto.

“Se oggi riusciamo a riunire conservatori, riformisti, gruppi identitari e democratici europei, potremmo avere il secondo gruppo più numeroso in parlamento, una vera alternativa al binario EPRP / Socialisti e Democratici”.

Il Morawiki Party, the Law and Justice Party, è la forza principale dei conservatori e riformisti europei (ECR), mentre la Salvini League è il membro più forte del gruppo Identity and Democracy (ID) che include anche il National Rally of Marines Lupin of Francia.

Insieme, questi partiti detengono 135 dei 705 seggi al Parlamento europeo, con Fides che ne aggiunge altri 12.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *