Netflix in Israeli Magic Attack – Scadenza

tranne: Netflix ha condotto un’offensiva di charme israeliana alla fine del mese scorso, quando il vicepresidente EMEA e capo della serie originale Larry Tanz ha trascorso cinque giorni nel paese parlando con talenti, dirigenti e finanziatori chiave in quello che è diventato un campo di battaglia normativo.

Insieme a una delegazione che include Anna Nagler, direttrice di Local Language Origins Central and Eastern Europe, Deadline ha appreso che Tanz, che ha sede nell’ufficio olandese di Netflix, è stato in Israele dal 28 aprile al 3 maggio.

La visita si è concentrata principalmente sul lavoro di Netflix a sostegno dei giovani talenti israeliani, ma ha incluso alcune conversazioni difficili sulla regolamentazione e le potenziali quote di streaming, la cui scadenza il mese scorso ha rivelato essere un argomento caldo in Israele.

Produttori di organismi commerciali nel paese che li ha prodotti Caos E sitzel Sta lavorando per cambiare la bozza di legge che sperano di inviare presto al governo, che includerebbe quote di trasmissione in diretta per la programmazione locale e la capacità dell’India di mantenere il 50% dei diritti sui propri programmi.

Tuttavia, fonti vicine al dispositivo di streaming ritengono che richiedere ai giocatori statunitensi di commissionare una certa quantità di contenuti locali sarebbe eccessivamente restrittivo e potrebbe avere conseguenze indesiderate. Dal suo lancio nel 2016, Netflix ha avuto oltre 100 film e programmi TV israeliani/ebraici attraverso un mix di contenuti autoprodotti, concessi in licenza e coprodotti.

Diversi paesi europei come Francia, Italia e Svizzera stanno attuando una legislazione simile a quella proposta dai produttori israeliani, ma non esiste una legge al di fuori dell’Europa.

READ  Paramount Plus annuncia nuovi spettacoli mentre si prepara ad affrontare l'Europa continentale

Netflix ha espresso il suo pieno sostegno per il nuovo sconto del 25% per le produzioni televisive e cinematografiche internazionali in Israele durante il viaggio, comprensibilmente.

Tanz e Nagler hanno affrontato domande difficili su questi argomenti, ma hanno usato la visita per sottolineare l’impegno di Netflix a investire nei contenuti, nel talento e nell’ecosistema locale israeliani, secondo i partecipanti.

Il duo di dirigenti senior ha incontrato una serie di importanti produttori, scrittori, registi e finanziatori e ha fornito una chat dal vivo a più di 150 persone sul potere della narrazione autentica, che hanno moderato. Caos Direttore Assaf Bernstein.

Si sono anche concentrati sul lavoro in corso per supportare la Sam Spiegel School of Film and Television Series Series Lab, un programma di incubazione di quattro mesi per sei-otto creatori israeliani che cercano di espandersi a livello globale.

Netflix sta sponsorizzando e inviando un premio per un progetto eccezionale amici La scrittrice Jill Condon si dirige a scuola per guidare le lezioni avanzate nello sviluppo della sceneggiatura e per fare da mentore ai partecipanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *