Nello scontro sono stati coinvolti pescherecci turchi e italiani

ROMA (AP) – I pescherecci turchi a nord di Cipro hanno sparato martedì pietre e fumogeni contro due pescherecci italiani nel Mediterraneo, ha detto la marina italiana.

In una dichiarazione scritta, la Marina ha descritto l’incidente di mezzanotte come un “contatto” che coinvolge un numero imprecisato di pescherecci turchi. Le navi turche hanno effettuato manovre ravvicinate verso navi italiane, contattando una di esse e provocando lievi danni.

Secondo il rapporto italiano, un elicottero italiano è stato inviato sul posto su una nave a 35 miglia (circa 55 chilometri) di distanza durante le operazioni della NATO. Anche un motoscafo della Guardia Costiera turca è andato sul posto e pescherecci turchi sono stati “innescati” per fermare l’operazione, ha detto la marina.

I pescherecci italiani sono stati avvicinati da pescherecci italiani che vogliono viaggiare alcune miglia a ovest per unirsi a un altro gruppo.

“Gli interventi della Guardia Costiera Turca e della Marina Militare Italiana sono stati di natura profonda e hanno permesso la ripresa della situazione”, si legge nel comunicato.

Né la Turchia né i funzionari ciprioti hanno commentato immediatamente.

READ  Oggi Covid: bollettino Corona virus in Italia. Infezioni dell'11 dicembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *