Miyazaki ha appena rilasciato un’enorme quantità di informazioni sull’Elden Ring • Eurogamer.net

Finalmente abbiamo finalmente un file Uno sguardo adeguato all’Elden Ring durante il Summer Games Fest della scorsa settimanaE improvvisamente ora abbiamo una marea di informazioni su cosa aspettarci nel prossimo gioco. In un’intervista a IGNIn questo articolo, il leggendario regista Hidetaka Miyazaki ha fornito molte informazioni di base, insieme ad alcune discussioni su abilità, multiplayer e struttura del gioco.

Uno dei primi argomenti discussi è stata l’ambientazione di Elden Ring, The Lands Between, che è stata deliberatamente progettata per dare “un tremendo senso di scala e quell’ampiezza e apertura”. È diviso in sei regioni principali, ognuna delle quali è un Dominio Semidio. Sono organizzati per suggerire un accordo specifico con cui affrontare, ma il giocatore può prendere le proprie decisioni su cosa fare prima. “Non sarai in grado di accedere a tutto dall’inizio, ma ci sono molti modi diversi per avvicinarti a ciascuna area”, ha spiegato Miyazaki. “E c’è molta libertà in termini di sistema con cui hai a che fare anche in diverse aree.”

Presentazione ufficiale del gameplay di Elden Ring

I giocatori potranno accedere all’area Hub poco dopo il gioco, da cui è possibile “uscire”, così come alle sei aree principali di The Lands Between. “Questi saranno i domini o le regioni dei capi dei semidei”, ha spiegato Miyazaki. “Da qui, puoi esplorare non solo queste aree principali dei dungeon, ma anche una varietà di catacombe, castelli e fortezze sparse in tutta la mappa. Questi hanno una portata e una portata, ma i dungeon principali sono questi sei: queste sono le persone che vorrai parti per le tue avventure in giro per il mondo principale.”

READ  Valve lancia l'app Steam Link sul Mac App Store di Apple

Sembra tutto un’enorme mappa e, fortunatamente, Elden Ring avrà un sistema di viaggio veloce e a lunga distanza.

In termini di gameplay, il giocatore sarà in grado di saltare, il che si spera aiuterà a schivare gli attacchi di alcuni di questi enormi mostri, e i giocatori potranno ora cavalcare (come suggerito dal trailer). Le nuove aggiunte al combattimento includono la capacità di “evocare gli spiriti dei nemici morti e usarli come alleati nelle battaglie”, che Miyazaki ha descritto come solo un’alternativa al semplice combattimento testa a testa. “Abbiamo una serie di elementi che ti consentono di affrontare diverse situazioni con un alto livello di libertà”, ha aggiunto.

Sebbene l’Elden Ring presenterà una barra di resistenza, ha detto Miyazaki, “senterà un impatto minore sul giocatore in generale”.

Riguardo a come vengono acquisite queste abilità, Miyazaki ha affermato che mentre alcune possono essere acquistate nei negozi o ottenute dagli NPC, sono generalmente “nascoste nel mondo di gioco affinché il giocatore possa scoprirle attraverso l’esplorazione, piuttosto che sbloccarle attraverso un albero delle abilità come nei precedenti titoli.

Un’altra differenza rispetto ai precedenti titoli FromSoft (dove abilità e armi sono state collegate) è che i giocatori saranno in grado di “scambiare liberamente abilità tra una grande varietà di armi” e anche imparare la magia. E sembra che ci sarà molto da scegliere, con un totale di 100 abilità. “Crediamo che la personalizzazione della build sarà più ricca e diversificata rispetto a prima”, ha spiegato Miyazaki.

Il sito web di Elden Ring aveva precedentemente affermato che il gioco avrebbe avuto una qualche forma di multiplayer, e Miyazaki ha spiegato che questo avrebbe assunto la forma di invitare “compagni per il gioco cooperativo”.

Miyazaki è anche entrato in una discreta quantità di dettagli sulla tradizione del gioco, il che spiega un po’ perché il giocatore si chiama The Tarnished:

READ  Ecco il mercantile svizzero bloccato in Microsoft Flight Simulator

“…nel mondo dell’Elden Ring, le terre che si trovano sono benedette dalla presenza dell’Elden Ring e dell’Erdtree che simboleggiano la loro esistenza, e questo ha dato una benedizione o una benedizione alle persone di tutto il paese, grandi e piccolo… ciò che rappresenta in loro è questo tipo di luce dorata, o quest’aura dorata, che appare specificamente nei loro occhi.Questo simboleggia la benedizione o la grazia di Erdtiri.Tuttavia, dopo un po’, ci sono stati alcuni individui che hanno perso questo e il benedicendo la luce sbiadita dai loro occhi e questi sono quelli che sono conosciuti come macchie.

“Quindi, potresti chiamarli difetti che hanno perso la grazia. E questo è passato molto tempo prima che il gioco iniziasse, molto prima. Gli antenati dei personaggi nel mondo furono banditi e banditi dalla terra, quelli ottusi. Poi molto tempo dopo che, l’anello di Elden si frantumò in un evento. Storico, riportando questa grazia perduta, chiamando i disgraziati, che una volta furono banditi dalle terre in mezzo, e guidandoli di nuovo dentro Quindi questo è il punto di partenza, o motivo per il gioco stesso, in cui il salmerino viene evocato dalla grazia perduta e ritorna nelle terre di mezzo”.

C’è molta discussione sulla tradizione di Elden Ring e sui contributi di George R.R. Martin nell’intervista completa di IGN, ma un’altra intervista con Famitsu Fornisci anche ulteriori dettagli sul gioco. Come la serie Dark Souls, i giocatori creeranno i propri personaggi (invece di giocare come un personaggio statico come Sekiro). Ci sono molti finali e il percorso per ognuno di essi sembra completamente libero, il che significa che si spera che non rimarrai bloccato in un percorso specifico all’inizio del gioco.

READ  Random: Nintendo should have "politely turned down" the opportunity to work with Kanye West, says Reggie
2
Ogni evocazione dell’anima è unica e dipende dal nemico da cui proviene: alcuni potrebbero fungere da scudi, per esempio. Può essere utile in questo caso.

Il multiplayer cooperativo sarà possibile in ampie aree aperte e nelle battaglie con i boss, ma sembra che non sarete in grado di guidare insieme in una partita multiplayer. Ci sono anche alcuni multiplayer asincroni, in cui i giocatori possono impostare combo e parole chiave.

Miyazaki ha anche confermato che Elden Ring è il gioco più grande mai realizzato da FromSoftware e che giocarci senza molte deviazioni dovrebbe richiedere circa 30 ore.

Dopo anni di silenzio, ci sono sicuramente molte informazioni là fuori. E non abbiamo ancora avuto modo di conoscere l’E3 di Bandai Namco (dove, presumibilmente, potremmo essere in grado di vedere o ascoltare l’Elden Ring). Per maggiori dettagli su come impostarlo, dai un’occhiata Dai un’occhiata alla nostra guida alla conferenza E3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *