Milan Great Shevchenko: l’Italia è la mia seconda casa

Ex AC Milan Stella Andrei Shevchenko Ha detto di considerare l’Italia come la sua seconda patria e ha ringraziato gli italiani per il loro sostegno all’Ucraina dall’inizio del conflitto con la Russia.

Il 45enne era stato recentemente in una brutta posizione come allenatore GenovaMa è ancora molto apprezzato nella penisola italiana per il suo eroismo con i rossoneri, compreso un rigore contro la Juventus in Inghilterra nella finale di Champions League 2003.

“La risposta dell’Italia è stata eccezionale”, ha detto Shevchenko al Corriere della Sera.

“Attraverso GoFundMe abbiamo raccolto 343.764 euro per la Croce Rossa: attrezzature traumatologiche, farmaci, cibo.

Altri fondi sono stati raccolti attraverso la Fondazione Milan, che ha venduto copie delle maglie che indossavamo quando abbiamo vinto la Champions League a Manchester nel 2003.

“Mi ha chiamato il mio amico Giorgio Armani ed è entrato in azione. Ho parlato con il sindaco di Firenze e il sindaco di Milano. Spero che si possa presto annunciare un’iniziativa speciale.

“Milano e l’Italia sono la mia seconda casa. Milano è una città particolarmente generosa. Credo fermamente che accoglierà e accoglierà favorevolmente la fuga di molti ucraini dalla guerra.

“Dato che gli uomini tra i 18 ei 60 anni non possono lasciare il Paese, saranno tutti bambini, donne e anziani”.

READ  L'allenatore dell'Italia Roberto Mancini è fiducioso di riprendersi dall'infortunio al ginocchio del centrocampista del PSG Marco Verratti - Sports News, First Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *