Microsoft si aggiudica un contratto da 22 miliardi di dollari per realizzare cuffie per la realtà aumentata per l’esercito americano

Microsoft ha vinto un accordo di quasi 22 miliardi di dollari per fornire alle forze armate statunitensi cuffie per la realtà aumentata.

La tecnologia HoloLens montata sulla testa dell’azienda è stata originariamente progettata per i settori dei videogiochi e dell’intrattenimento.

Il Pentagono afferma che un sistema di rinforzo visivo integrato consente ai soldati di aumentare la consapevolezza di ciò che li circonda e identificare obiettivi e pericoli.

Le cuffie AR consentono all’utente di vedere immagini virtuali sovrapposte al mondo reale prima di esso e possono essere controllate con gesti delle mani o comandi vocali.

Funzionari Microsoft hanno affermato che il sistema potrebbe integrare la visione notturna termica e il riconoscimento facciale, fornire analisi in tempo reale sui campi di battaglia e creare “gemelli digitali” di edifici per le operazioni di salvataggio degli ostaggi.

Leggi di più:

Funzionari dell’esercito affermano che la tecnologia è stata testata a Fort Beckett, in Virginia, l’anno scorso.

Dicono che il regime potrebbe aiutare a dare alle sue forze un vantaggio “in campi di battaglia sempre più urbani, affollati, oscuri e imprevedibili”.

Le forze hanno iniziato a testare il sistema di Microsoft con un accordo da 480 milioni di dollari nel 2018.

Ora ha firmato un contratto da 21,88 miliardi di dollari che vedrà Microsoft licenziare più di 120.000 truppe nella forza di combattimento ravvicinata dell’esercito.

Nel 2019, un gruppo di dipendenti Microsoft ha chiesto alla società di annullare il suo primo accordo, sostenendo che avrebbe trasformato i campi di battaglia in videogiochi.

READ  I mercati europei si dirigono verso un'apertura positiva, seguendo i guadagni altrove

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *