Mercedes-Benz presta inavvertitamente due ex ingegneri al progetto dell’auto Apple

Uno dei progetti più enigmatici dell’auto, e ancora più bizzarro quando la Ferrari ha annunciato ufficialmente che avrebbe realizzato un SUV (o FUV, come lo chiamano), è l’ingresso di Apple nel settore automobilistico.

Il piano di Apple per le auto da chiamare “Progetto Titan” è stato delineato internamente e presumibilmente approvato dal CEO Tim Cook già nel 2014, ma da allora una forte dose di segretezza sui dettagli ha incombente sul progetto.

Le ultime notizie sulle ambizioni automobilistiche di Apple provengono da Voci di Mac, che ha scoperto che la società tecnologica aveva recentemente rubato ex ingegneri da Mercedes Benz.

Uno di questi si trova persino a Stoccarda, dove ha lavorato in precedenza Porsche Inoltre. Il suo ultimo lavoro è stato alla Mercedes-AMG, tuttavia, poiché era responsabile di “Una parte importante della catena di sviluppo per i sistemi di sterzo in diverse serie Mercedes-AMG. ”

La sua principale esperienza sembra essere legata al servosterzo elettrico e ai sistemi drive-by-wire, perché è quello che ha fatto anche in Porsche, e questo potrebbe anche essere uno dei motivi principali per cui così tante delle ultime auto AMG si sentono così tanto più concentrati sulla pista rispetto ai loro predecessori.

Tornando al mistero del “Progetto Titan” di Apple, è stato recentemente rivelato che la società tecnologica potrebbe voler collaborare con esso Nient’altro che Toyota Per produrre una “macchina Apple”, anche se al momento non hanno fretta.

Detto questo, il concept iniziale è stato inizialmente presentato nel 2014 e finora è stato circondato da una serie di voci e indiscrezioni, inclusa una possibile collaborazione con Volkswagen e Hyundai Manufacturing.

READ  1.600-HP Nissan GT-R Drag Races 1.200-HP R8 e 1.100-HP 720S, annullando entrambi

Da allora si sono verificati molti alti e bassi, cambiamenti di leadership e quasi una disintegrazione del team, ma diversi anni dopo Project Titan sembra essere ancora relativamente sulla buona strada.

L’unica cosa quasi certa del progetto è che l’auto (potenzialmente) risultante sarà elettrica, a guida autonoma e forse avrà un aspetto strano. Speriamo che il suo parabrezza sia meno di una fessura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *