Maggie Gyllenhaal sceglie per la prima volta il romanzo di Ferrante per la regia

VENEZIA, Italia (Reuters) – Maggie Gyllenhaal ha scelto un racconto non convenzionale della maternità per il suo debutto alla regia in The Lost Daughter, presentato in anteprima al Festival di Venezia venerdì.

Nel film, Olivia Colman interpreta Leda, una professoressa di letteratura britannica di mezza età che va in vacanza da sola in Grecia, e sconcertata da una giovane madre (Dakota Johnson) e sua figlia sulla stessa spiaggia.

Guardarli fa riflettere Lida sulle sue lotte emotive come madre di due giovani figlie anni fa e sulle decisioni piene di sensi di colpa che ha preso per poter vivere la sua vita.

Il testo è tratto da un libro del 2006 di Elena Ferrante, lo pseudonimo della segreta autrice italiana nota per i suoi romanzi napoletani a cui Gyllenhaal scrive solo.

Gyllenhaal ha detto che all’inizio, quando ha letto il libro, ha pensato che il protagonista fosse mentalmente danneggiato, ma poi si è resa conto di come avrebbe potuto gestirlo.

“Mi sono resa conto che molte persone hanno questa esperienza e nessuno ne parla. Questi sono fatti segreti su un’esperienza femminile”, ha detto ai giornalisti dopo una presentazione alla stampa.

“Penso che sarei davvero scioccato nel sentire che c’è una madre che non ha mai pensato, e se esco dalla porta?”

Realizzare il film è stata un’illuminazione per l’attrice nominata all’Oscar, che proviene da una famiglia di registi ed è sposata con il collega attore americano Peter Sarsgaard, anch’egli coinvolto nel film.

“Penso di essere sempre stata una regista e non mi sentivo in diritto di ammetterlo a me stessa”, ha detto. “Penso che sia un lavoro migliore per me in realtà.”

READ  La produzione di "The NeverEnding Story" è stata Exec 68 - Scadenza

Coleman ha detto che le piaceva la prospettiva di interpretare qualcuno che a volte fa qualcosa di terribile.

“Tutte le persone vogliono essere una persona, e si scopre che non sono quella persona e potrebbero essere qualcun altro”, ha detto. “È stato molto interessante interpretare un personaggio che fa qualcosa che non avrei fatto, anche se a volte ci pensi”.

“The Lost Daughter” è uno dei 21 film in competizione per il Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia, che durerà fino all’11 settembre.

Segnalazione aggiuntiva di Hanna Rantala. Montaggio di Alex Richardson

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *