Lydia Menabase è stata preceduta nella morte da Covier, un ex senatore ed ex membro del partito

Morì all’età di 96 anni Lydia Menabase. Per alcuni giorni è stato ricoverato in ospedale nel campo di GovtOspedale di Bolzano. L’ex senatore è morto alle 15.10.Ansa. La menopausa è stata la prima donna ad essere eletta nel consiglio provinciale di Polsano nel 1964 e la prima donna al governo provinciale. Dal 2006 al 2008 è stata senatrice della Riorganizzazione Comunista, attivista del movimento pacifista e femminista. Nato a Novara il 3 aprile 1924, Nata Lydia Prisca (cognome del marito Nanny, medico trentino, ha condiviso la sua vita con, Ed), Ha partecipato alla protesta fin dalla tenera età Come staffetta discriminatoria Nel dopoguerra fu coinvolta nei movimenti cattolici, soprattutto con la Fossi-Federazione Universitaria Cattolica Italiana.

Carriera politica

Una volta trasferiti in Alto Adige, Nel 1952 fu eletto insieme alla Democrazia Cristianaun È entrato a far parte del Consiglio provinciale nel 1964 a Quinta. Nel ’68 lasciò la DC e iniziò a simpatizzare con il Partito Comunista. All’inizio degli anni ’60, iniziò ad insegnare all’Università Cattolica di Milano, docente di lingua italiana e metodo degli studi letterari, ma in seguito alla pubblicazione di un documento dal titolo Per un esame marxista, non rinnovò alcun lavoro. Entrò nella riorganizzazione comunista ed è stato eletto al Senato nel 2006. All’epoca era stato nominato per la carica di presidente del Consiglio di sicurezza al Senato, ma prima delle elezioni iniziò un colloquio. Corriere Contro Freeze trichlori Affermano di essere dispendiosi e inquinanti (Successivamente eletto senatore dell’Italia de Valori Sergio di Gregorio). Corse per Palazzo Madame nel 2018, nell’ordine di Potter Al Bopolo, ma quella lista non raggiunse la soglia del 3%.

READ  Cadaveri nelle valigie, c'è una pista: forse marito, moglie - Cronaca

Femminista e pacifista

Considerata una delle voci più importanti del femminismo italiano, le è stato ricordato lo slogan Out of War from HistoryEnciclopedia delle donne.

Ho la fortuna e il privilegio di conoscere da vicino Menabase, Una donna straordinaria, sempre in prima linea Tutti i grandi eventi storici del secolo scorso, anche negli ultimi anni, con amore, la voce continua ad essere ascoltata forte e libera, che promette i valori su cui si è sempre fatto affidamento: pace, femminismo, democrazia, dice in una nota lì La senatrice (PD) Valeria Fedeli. Nella sua biografia Canta la mora nel grano “Quando sono nata, nel 1968, nella crisi del capitalismo, ho potuto partecipare al corso di una vita di resistenza”, si è definita. Lydia ha vissuto da protagonista in stagioni di pro-partito, antifascista, autrice, scrittrice, giornalista, senatrice, lotte sindacali e movimenti studenteschi, femminismo, pacifismo e mobilitazione ambientale. È una donna coraggiosa, intelligente, autonoma, sempre partecipe delle vicende politiche, sociali e culturali del nostro Paese. Ci mancherà così tanto, ha detto.

Un dolore per amore, un dolore per il paese

Un dolore per amore, un dolore per il paese. Ciao Lydia, una sostenitrice della democrazia, della pace, dell’uguaglianza, dei diritti delle donne, cioè dell’umanità. Il leader dell’amore scrive su Facebook che sarai nella coscienza e nell’impegno di tutti noi, Gianfranco Bugliarulo, Ha commentato la scomparsa. Sfortunatamente Lydia non l’ha creato. Un grande dolore. Una donna che è piccola di statura e di condizione morale e ideale se ne va. Lascia un vuoto, ma contiene anche molti insegnamenti. Ciao Lydia. Lo scrive su Twitter il viceministro degli Esteri Marina Sereni Sulla scomparsa di Menabase.

READ  SELECT Aperitivo lancia il divieto italiano di San Valentino


Aggiornamento articolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *