L’ultima spedizione della stazione spaziale della NASA include un sistema di stampa 3D per il suolo lunare

La NASA è un passo più vicino a questo Costruire colonie sulla Luna e su Marte usando il suolo delle sfere. universo oggi Appunti quella NASA altro La missione di rifornimento della ISS includeva una macchina destinata a mostrare regolite stampata in 3D (cioè suolo o roccia tenera) sulla Luna e superfici extraterrestri simili.

Il Redwire Regolith Print Project (RRP) lavorerà in tandem con il sistema di stampa esistente (ManD) per sperimentare la stampa 3D della regolite simulata. Se funziona, l’equipaggio della ISS misurerà la forza del materiale risultante per vedere se è in grado di gestire le dure condizioni al di fuori della Terra.

Se tutto va bene, l’RRP potrebbe portare i coloni a stampare almeno alcuni dei loro habitat su richiesta. Ciò, a sua volta, potrebbe ridurre la quantità di forniture edili che la NASA sta portando sulla Luna e su Marte. Gli scienziati hanno immaginato habitat basati sul suolo per anni, ma questo test è relativamente realistico: è un tentativo di stampare in 3D terreno con bassa gravità. Anche se c’è ancora molto lavoro da fare, gli obiettivi a lungo termine Artemide E le future missioni su Marte potrebbero essere più realizzabili.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati personalmente dalla nostra redazione, indipendentemente dalla casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione.

READ  Il Giappone testa per la prima volta nello spazio un motore a detonazione rotante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *