L’italiano Antonio Casano incolpa Nutella per la mia sconfitta con il Real Madrid

L’Italia Antonio Casano accusa Nuttella per la mia sconfitta con il Real Madrid. Immagine: Twitter

Nutella incolpa la mia sconfitta con il Real Madrid Antonio Casano dell’Italia ha trascorso due anni a Madrid

L’ex attaccante della nazionale italiana Antonio Casano ha giocato per il Real Madrid tra il 2006 e il 2008. Il club aveva i talenti di David Beckham, Ronaldo e Raul all’epoca, con Casano, uno dei migliori attaccanti italiani dell’epoca, si aspettava di fare due grandi cose al Bernabeu, ha sopportato stagioni terribili.

Durante un’intervista con Christian Weir Trazione, Casano Nudella, uno dei loro sostenitori, ha confermato il motivo del suo fallimento come giocatore del Real Madrid alla deliziosa festa della nocciola, che la società offriva al club ogni mese come parte di un accordo di sponsorizzazione.

Antonio ha ammesso di averlo preso in giro Nudella Direttamente fuori dal barattolo, e ha visto il suo pallone pesare 30 libbre in sette mesi, il club alla fine lo ha multato per essere fuori forma e sovrappeso, segnando solo quattro gol in 29 partite prima che i Blancos perdessero finalmente la pazienza con lui e fossero esauriti. . Lo ha portato alla Samboria in Italia.

A un certo punto ha detto a Vieira che il club lo ha multato per ogni grammo che pesava più di quello che stava giocando, e mi ha raccontato come Nudella dava loro cinque chili di produzione ogni mese: “In sette mesi ho guadagnato 14 chili. Ho mangiato gli spaghetti direttamente dalla bottiglia e non mi importava. Mi vergognavo “.

_______________________________________________________

Grazie per aver dedicato del tempo a leggere questo articolo “Antonio Casano d’Italia dice che Nutella incolpa la mia sconfitta al Real Madrid”.

Altre notizie giornaliere britanniche, notizie quotidiane spagnole e notizie globali, Visita la home page di Euro Weekly News.

READ  Sei Nazioni di Rugby | L'Italia nomina la squadra per il torneo del Galles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *