L’Italia salva 420 migranti nelle onde del Mediterraneo

Sabato, la Guardia costiera italiana ha salvato più di 420 migranti, tra cui decine di minori, da imbarcazioni in difficoltà nel Mediterraneo. Compreso l’uso di navi da carico per respingere i venti che sferzavano una delle navi sovraffollate.

Un comunicato della guardia costiera afferma che 70 migranti sono stati trasportati in sicurezza da uno dei suoi motoscafi verso la piccola isola italiana di Lampedusa, a sud della Sicilia. Nel frattempo, sabato sera un’altra nave della guardia costiera si stava dirigendo verso il porto di Porto Empedocle in Sicilia con oltre 350 migranti a bordo dopo essere stati prelevati da un peschereccio arenato a 70 miglia (115 chilometri) al largo della costa siciliana, afferma la nota. Lei disse. Tra loro c’erano più di 40 minorenni. La guardia costiera ha affermato che questo peschereccio “era in pericolo a causa delle cattive condizioni meteorologiche in mare e per l’elevato numero di persone a bordo”. Dopo essere stati salvati da due battelli a vapore, sono stati trasferiti su una nave più grande della Guardia Costiera.

Il comunicato definisce “complicato” il salvataggio del maggior numero di migranti. Nel comunicato si legge che quattro navi mercantili della zona sono state sollecitate “per mitigare l’impatto del vento” sull’operazione di soccorso, consentendo la presenza dei migranti. Salvali in sicurezza.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Devdiscourse ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)

READ  Il settore alimentare italiano continua a riprendersi ad aprile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *