L’Italia multa Google di 123 milioni di dollari per aver abusato di una posizione dominante

Il cane da guardia italiano della concorrenza ha dichiarato giovedì di aver multato Google (GOOGL.O) di 102 milioni di euro (123 milioni di dollari) per aver abusato della sua posizione dominante sul sistema operativo mobile Android e sull’app store di Google Play.

“Attraverso Android e l’app store di Google Play, Google ha una posizione dominante che gli consente di controllare la misura in cui gli sviluppatori di applicazioni raggiungono gli utenti finali”, ha affermato l’organizzatore in una nota, aggiungendo che quasi i tre quarti degli italiani utilizzano Smartphone Android. .

Il regolatore ha affermato che Google non ha consentito a JuicePass, un’app per i servizi di veicoli elettrici (EV) di Enel X, di funzionare su Android Auto – che consente di utilizzare le app durante la guida – limitandone ingiustamente l’utilizzo con una preferenza per Google Maps.

Il watchdog ha affermato che Google non ha consentito l’applicazione ad Android Auto per due anni, il che potrebbe danneggiare la capacità di Enel X di costruire una base di utenti.

Il regolatore antitrust ha dichiarato: “Il comportamento contestato potrebbe influenzare lo sviluppo della mobilità elettronica in una fase critica … con potenziali effetti negativi sulla diffusione dei veicoli elettrici”.

Enel X è la sezione “Soluzioni elettroniche” dell’utility italiana Enel (ENEI.MI) e Juice Pass consente principalmente agli utenti di trovare le stazioni di ricarica sulle mappe e visualizzarne i dettagli.

Oltre alla multa, il regolatore ha affermato di aver chiesto a Google di rendere JuicePass disponibile su Android Auto.

Google non è stato immediatamente disponibile per commentare.

($ 1 = € 0,8264)

I nostri criteri: Thomson Reuters Trust Principles.

READ  La Camera di Dubai cerca opportunità di investimento con Confindustria Cisambiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *