L’Italia ha battuto San Marino 7-0 per prolungare la serie di vittorie

L’Italia si è riscaldata per l’Europeo, battendo venerdì 7-0 San Marino.

La squadra di Roberto Mancini ha inizialmente faticato a rompere il Minto in Sardegna, ma è stata abbattuta dal capitano Federico Bernardici al 31 ‘, con il difensore del Sassuolo Gian Marco Ferrari che ha aggiunto due minuti al suo debutto.

Matteo Politano va a casa 3-0 a quattro minuti dalla fine del secondo tempo, con l’attaccante del Torino Andrea Belotti a segnare il quarto gol.

Una fantastica pallavolo di Politano e il finale di Pesina hanno regalato all’Italia la settima vittoria.

L’Italia giocherà un’altra partita calda in vista di Euro 2020, dall’11 giugno all’11 luglio contro la Repubblica Ceca a Bologna venerdì prossimo.

Gli italiani affronteranno Svizzera e Galles prima della partita inaugurale del torneo contro la Turchia.

“Il risultato è ovvio, è importante essere aggressivi ed è importante giocare bene alla velocità con cui passiamo”, ha detto Mancini Roy a Sport. “Alcuni spettacoli mi hanno dato qualcosa su cui riflettere (per la selezione finale della squadra europea). Ho dei buoni giocatori”.

L’allenatore assiro ha offerto la possibilità di impressionare alcuni membri della sua squadra temporanea di Euro 2020 di 33 uomini mentre faticava a fare eventuali intrusioni nella mezz’ora iniziale poiché voleva ridurre la sua selezione a 26 prima della partita.

Il sesto gol di Bernardeci per il suo Paese è arrivato da un potente tiro dal limite dell’area e la Ferrari ha sfruttato un errore di parata per tirare a casa la seconda volta che gli uomini di Mancini hanno finalmente innestato la marcia.

Dopo la pausa, le acque si sono aperte quando gli errori difensivi hanno iniziato a infiltrarsi nel gioco di San Marino.

READ  "Zero", una serie tv italiana che spera di rompere gli stereotipi razziali

Prima che il 12esimo gol di Pelotti allungasse il vantaggio, il primo gol di Politano arriva sul cartellino difensivo.

Il quinto di Pesina, dopo il suo primo gol in nazionale, diventa il secondo giocatore del Napoli a segnare una doppietta per Politano Italia. Pesina ha poi chiuso una sera per ricordare il centrocampista dell’Atlanta.

L’Italia è ormai imbattuta da 26 partite con Mancini, la seconda striscia più lunga del Paese, una davanti a Marcelo Lippi e ben dietro Vittorio Pozzo, imbattuta da 30 partite tra il 1935 e il 1939.

I nostri standard: Principi della Thomson Reuters Foundation.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *