L’Italia estende i poteri di prova per proteggere i principali asset nazionali

ROMA, 9 mag. (Reuters) – Il parlamento italiano ha esteso i poteri speciali di test di Roma per proteggere i suoi asset nazionali chiave, con i legislatori che hanno affermato lunedì che il settore idroelettrico e le nuove aziende stanno pianificando di operare in settori strategici.

Il governo di 15 mesi guidato dal primo ministro Mario Draghi ha usato i suoi cosiddetti “poteri d’oro” per preparare il terreno a una serie di fusioni e contrastare gli sforzi della Cina per estendere la sua presenza nella terza economia dell’eurozona.

Le modifiche, approvate dal Senato durante la notte, sono state introdotte in un mandato governativo originariamente istituito per rafforzare la regolamentazione anti-acquisizione nei settori delle telecomunicazioni e della difesa.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

La Camera alta del Senato ha deciso che occorre avvisare il governo per costituire una società extra-Ue che operi in settori strategici se detenga almeno il 10% delle azioni, un documento parlamentare visto da Reuters.

È stato stabilito un emendamento separato che i poteri dell’oro si applicherebbero anche alle società che gestiscono grandi concessioni di energia idroelettrica come le dighe.

“L’estensione dell’energia aurea al settore idroelettrico è un passo decisivo verso il cambiamento climatico e la valorizzazione degli asset economici ed energetici”, ha affermato Andrea Sofie, senatore del Movimento 5 Stelle che ha promosso l’operazione.

Nell’ambito dei suoi piani per esaminare le acquisizioni societarie, il governo italiano istituirà presto un’unità dedicata alla supervisione degli accordi di fusione che coinvolgono società strategiche. leggi di più

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

READ  Clearview AI è stata multata di 20 milioni di euro dall'Italia per aver pagato una tariffa elevata per scraping del riconoscimento facciale; Prevede di raccogliere 100 miliardi di immagini entro il 2022

Relazione di Angelo Amanda e Giuseppe Fonde; Montaggio di Susan Fenton

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *