L’Italia approva il decreto per l’apertura dei fondi dell’Unione Europea per il recupero

Majid Al Futtaim a Dubai ha firmato un accordo con la società di consulenza infrastrutturale globale AECOM per aiutare a gestire lo sviluppo del negozio al dettaglio Saudi Mall, il suo progetto di punta nel Regno.

Il centro commerciale aprirà nel quarto trimestre di quest’anno a Riyadh, nell’ambito di un progetto a uso misto nel nord della capitale.

AECOM sarà la società di consulenza leader nella progettazione e direzione lavori del centro commerciale, che dovrebbe essere composto da circa 600 negozi su una superficie di 300.000 mq di superficie lorda affittabile. Al giorno d’oggi, metà dello spazio è stato riservato ai rivenditori.

Il Mall of Saudi Arabia ospiterà anche la più grande pista da sci e snowpark del Medio Oriente, hotel di lusso e residenze di marca per circa 2.000 camere e una superficie di 214.000 metri quadrati.

Il centro commerciale includerà anche un ipermercato Carrefour e 31 schermi VOX Cinema, tra cui il più grande IMAX del mondo e Magic Planet.

Majid Al Futtaim, che impiega 43.000 persone in 17 mercati e possiede e gestisce 27 centri commerciali, 13 hotel e quattro complessi a uso misto, ha registrato un calo del 7% anno su anno delle entrate a 32,6 miliardi di dirham (8,88 miliardi di dollari) in 2020, Ciò ha comportato una perdita netta di 2,7 miliardi di dinari, rispetto a una perdita di 1,9 miliardi di dirham nel 2019.

Alan Bejjani, CEO di Majid Al Futtaim, ha dichiarato in una dichiarazione a febbraio: “La pandemia non è stata solo una crisi finanziaria, ma una maggiore crisi di fiducia. Abbiamo costruito la nostra organizzazione per resistere a condizioni economiche avverse, quindi il nostro obiettivo principale era agire rapidamente per proteggere i nostri clienti e dipendenti, dove abbiamo lavorato. Diligentemente per ripristinare la fiducia e mantenere impegni non negoziabili per le nostre pratiche aziendali sostenibili “.

READ  WhatsApp delays privacy update amid 'confusion' with Facebook data sharing

In tutte le sue operazioni, i ricavi nella divisione mall sono diminuiti del 24% a 3,5 miliardi di dirham e i suoi hotel hanno registrato un calo del 60% nei tassi di occupazione, mentre l’impatto maggiore è stato nella divisione Majid Al Futtaim Ventures, che gestisce l’intrattenimento. Attività di intrattenimento e film, con entrate in calo del 49% a 1,4 miliardi di dirham.

Nel 2021, Majid Al Futtaim ha continuato ad espandersi, con l’apertura del City Centre Al Zahia a Sharjah a marzo, mentre il Mall of Amman dovrebbe aprire entro la fine dell’anno. La sua attività di vendita al dettaglio si sta espandendo in Kenya, Uganda e Uzbekistan e ha in programma di espandere le operazioni di e-commerce in Arabia Saudita. Majid Al Futtaim Cinemas prevede di aprire quest’anno 30 Wux Cinemas nel Regno dell’Arabia Saudita.

“Il fatto che abbiamo assistito alla crescita di alcune delle nostre attività durante un anno di turbolenze senza precedenti testimonia l’importanza che abbiamo sempre attribuito alle persone, al nostro pianeta e al nostro progresso collettivo. Per me, questo è il capitalismo degli stakeholder al lavoro, e mi rende ottimista riguardo al nostro futuro “, ha detto Pegani.

Ogni paese ha dovuto affrontare la propria serie di sfide. La verità è che la ripresa più rapida sono gli Emirati Arabi Uniti. . . “Ci aspettiamo una ripresa molto rapida in altri mercati come l’Arabia Saudita”, ha detto Bijani all’Associated Press ad aprile. “Abbiamo anche visto che l’Egitto ha una grande flessibilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *