L’Irlanda si è “impegnata” a mantenere il suo basso sistema di tassazione delle società | Irlanda

L’Irlanda ha smentito le notizie secondo cui eliminerà il suo basso sistema di tassazione delle società in linea con un piano internazionale per… 15% di tasse globali.

Il ministro delle finanze Paschal Donohue ha dichiarato giovedì a RTÉ che il tasso del 12,5% del paese “è una caratteristica importante della nostra politica economica ormai da decenni” e che è “impegnato” a mantenerlo.

Donohoe ha risposto ai rapporti durante la notte Irlanda Rinunciare all’aliquota fiscale principale del 12,5% per evitare danni alla reputazione e allo “status di paria” in tutto il mondo.

L’aliquota fiscale irlandese ha contribuito ad attrarre società multinazionali tra cui le società tecnologiche Google e Facebook, con sede in Europa, e aziende farmaceutiche come Pfizer.

Donohue non escluderebbe la modifica dell’imposta sulle società, ma ha affermato di essere nel mezzo delle trattative e che sta spingendo per mantenere l’aliquota fiscale bassa dell’Irlanda.

“Penso che sia molto ragionevole per me dire che se c’è un accordo di cui penso sia nel nostro interesse nazionale far parte, lo consiglierei al governo.

“Quello che faccio è sostenere un tasso del 12,5% e il diritto delle piccole e medie economie ad avere un tasso più basso, come parte della loro competitività”, ha affermato.

L’Irlanda è uno dei soli nove paesi su 139 che ha respinto un progetto di accordo sulla riforma dell’imposta internazionale sulle società presso l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE).

I fautori sostengono che l’aliquota dell’imposta sulle società è uno strumento di vendita e marketing per il paese, poiché in passato l’aliquota fiscale effettiva per le società multinazionali era dettata da schemi di evasione fiscale come “Doppia irlandese”, che ora è vietato.

Registrati per un tutore. email di lavoro

“Abbiamo apportato enormi modifiche alla nostra legge sull’imposta sulle società: abbiamo eliminato il cosiddetto “doppio irlandese” e abbiamo apportato cambiamenti davvero importanti come, ad esempio, l’eliminazione delle società apolidi dal nostro codice fiscale”. ha detto Donohoe. Ha aggiunto che l’Irlanda non ha avuto credito per aver apportato modifiche alle leggi fiscali locali per eliminare il dualismo irlandese.

Ha notato che era aperto al cambiamento, ma l’accordo OCSE nella sua forma attuale non contiene i dettagli di cui l’Irlanda ha bisogno, tra cui “quante tasse puoi effettivamente riscuotere nella tua giurisdizione”.

Ha aggiunto che “non ha la certezza o il rigore necessari per questo Paese per fare una valutazione di ciò che deve essere fatto. Quindi se siamo nell’accordo finale o meno dipenderà dai dettagli”.

READ  Gli Stati Uniti effettuano attacchi aerei contro le milizie sostenute dall'Iran in risposta agli attacchi dei droni | Notizie dagli Stati Uniti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *