L’Irlanda si aspetta una forte sfida da parte italiana integrata

Sei Paesi: Irlanda-Italia, domenica 10 aprile, Muscrave Park (inizio delle 17, live su RTÉ 2)

L’allenatore femminile dell’Irlanda Greg McWilliams si aspetta una forte sfida da una squadra italiana integrata domani (calcio d’inizio alle 17) al Muscrave Park, anche se domenica scorsa sono state sconfitte 74-0 dall’Inghilterra davanti ai loro tifosi di casa.

Sei nazioni stanno avanzando al terzo turno del campionato quest’anno, con l’Irlanda e l’Assouri che affrontano ciascuna due sconfitte e cercano i primi punti del torneo.

McWilliams ci tiene a sottolineare che Galles e Francia hanno finora sovraperformato l’Irlanda – davanti alla prima nazionale di rugby femminile a Cork – e che la posizione delle italiane è diversa da quella delle loro controparti maschili.

“Scusate giustamente gli italiani hanno suonato lo stesso tamburo, ma stanno andando al Mondiale. Hanno la stessa solidarietà dei giocatori, si sono ritirati.

“Pensi automaticamente all’Italia, pensi al gioco maschile, pensi: ‘Ah, questa sarà una vittoria per l’Irlanda’. Spero che possiamo uscire dalla parte giusta.

McWilliams ha cambiato notevolmente il suo pacchetto dopo aver raccolto una partita simile al giorno 23 per le partite gallesi e francesi quando ha offerto di registrare la sua prima vittoria come capo allenatore dell’Irlanda. Paypin Parsons torna in terza posizione come sostituto indiretto di Aimer Consideen, e anche Katherine Dane ha un posto in mischia a spese dello Iopian Reilly.

Christie Honey inizia sullo stallo di Tighthead dopo il suo debutto in panchina contro la Francia, e Hannah O’Connor è arrivata 8a da Brittany Hogan. Aoife Doyle e il 19enne Backrow Aoife Wafer sono stati aggiunti alla panchina.

Sebbene riconoscesse che l’aggiunta di Parsons avrebbe fornito ulteriore slancio all’attacco irlandese, McWilliams non la vedeva come una riscoperta radicale della ruota.

READ  Le pagelle di Barcellona-Juve, bianconeri. Messi si inchina a Buffon

Sistema

“Di solito giochiamo con un sistema molto simile. Dipendenti diversi entrano ed escono. Bev aggiunge una scintilla in più. Amy-Lee Murphy Grove è un’ala infernale.

“Credi che chiunque giochi largo aggiunga scintilla ed energia. Mantiene vivo il pubblico, fa andare avanti la squadra. Tutti vogliono vedere l’Irlanda giocare un buon rugby e battere le mete. So che possono farlo per noi.

Con così poco tempo in una determinata settimana di gioco, McWilliams e i suoi allenatori sono costretti a pensare fuori dagli schemi mentre preparano la loro squadra alla battaglia. L’opportunità di allenarsi contro l’Under 19 maschile è stata fortemente consigliata ad inizio settimana ed è stata messa a dura prova dal calcio piazzato irlandese ieri dalla selezione maschile dell’UCC.

“Era fondamentalmente una squadra di under 20 e alcuni dei loro senior. Stiamo facendo tutto il possibile. Abbiamo dovuto cercare di innovare e accelerare. Allenare otto contro otto sarebbe una buona cosa. Più esprimiamo , meglio saremo “, ha aggiunto McWilliams.

Irlanda: El Mulhall; AL Murphy Grove, E. Higgins, S. Flood, P. Parsons; Il mio Cronin, K. Dane; L Djougang, N Jones, C Haney; N venerdì, S Monaghan; D Wall, E McMahon, H O’Connor. Alternativa: E Hooban, C Pearse, K O’Dwyer, B Hogan, A Wafer, A Reilly, E Breen, A Doyle.

Italia: M Furlon; A Muzzo, M Sillari, B Rigoni, M Magatti; V. Madia, S. Burton; G. Morris, M. Bottoni, L. Guy; S Tounesi, G Duca; P. Veronese, I. Locetelli, E. Giordano. Alternativa: V Vecchini, M Merlo, S Seye, V Fedrighi, LA Frangipani, S Stefan, LA D’Incà, V Ostuni Minuzzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *