L’immagine satellitare Landsat 9 della NASA traccia i cambiamenti climatici

La NASA e l’US Geological Survey (USGS) raccolgono immagini del nostro pianeta utilizzando i satelliti dal 1972.

Il satellite più recente della missione, Landsat 9, è stato equipaggiato nel settembre di quest’anno con due strumenti per l’acquisizione di immagini che insieme forniscono agli esperti dati sulla salute delle colture, sull’uso dell’irrigazione, sulla qualità dell’acqua, sull’intensità degli incendi boschivi, sulla deforestazione, sul ritiro dei ghiacciai e sull’urbanizzazione. .

Operational Ground Imaging 2 (OLI-2) rileva la luce visibile, nel vicino infrarosso, a onde corte e infrarossa a nove lunghezze d’onda e la loro combinazione può fornire maggiori informazioni su cose oltre ciò che l’occhio umano può osservare, come la salute della vegetazione , o Enorme potenza di fuoco.

L’altro dispositivo del satellite, Thermal Infrared Sensor 2 (TIRS-2), monitora la radiazione termica in due lunghezze d’onda per misurare le temperature e i cambiamenti della superficie terrestre e può aiutare gli esperti a monitorare la salute delle piante.

“Le prime immagini di Landsat 9 catturano osservazioni critiche del nostro pianeta che cambia e faranno avanzare questa missione congiunta NASA-USGS che fornisce dati critici sui paesaggi e le coste della Terra visti dallo spazio”, ha dichiarato l’amministratore della NASA Bill Nelson in una nota.

“Questo programma ha dimostrato il potere non solo di migliorare le vite ma anche di salvarle. La NASA continuerà a lavorare con l’USGS per migliorare e migliorare l’accesso ai dati Landsat in modo che i decisori in America – e in tutto il mondo – capiscano meglio la devastazione provocata dalla crisi climatica e gestendo le pratiche agricole conservando risorse preziose e rispondendo in modo più efficace ai disastri naturali”.

Le prime immagini mostrano luoghi negli Stati Uniti, tra cui Detroit nel Michigan vicino al lago St. Clair, l’intersezione di città e spiagge sulla costa mutevole della Florida e osservazioni dal Paese Navajo in Arizona “che si aggiungeranno alla ricchezza di dati che aiuta monitoriamo la salute delle colture e gestiamo l’acqua di irrigazione.” “.

READ  All of the dark matter in the universe may be primordial black holes - formed from the collapse of children's universes shortly after the Big Bang

Le istantanee forniscono anche dati sui mutevoli paesaggi degli habitat più critici nel mondo, tra cui l’Himalaya nelle alte montagne dell’Asia e le isole costiere e le spiagge dell’Australia settentrionale.

Negli Stati Uniti occidentali, in luoghi come la Navajo Nation, come mostrato in questa immagine di Landsat 9, Landsat e altri dati satellitari stanno aiutando le persone a monitorare le condizioni di siccità e a gestire l'acqua di irrigazione.

Landsat 9 ha diversi miglioramenti rispetto ai suoi predecessori: trasmette dati con una risoluzione radiativa più elevata sulla Terra, consentendogli di rilevare differenze più sottili intorno a regioni più scure come l’acqua o le fitte foreste.

Landsat 9 è in grado di distinguere tra 16.000 sfumature di colore per una data lunghezza d’onda, mentre il satellite Landsat 7, che è stato sostituito, rileva solo 256 sfumature.

“La prima luce è un’enorme pietra miliare per gli utenti Landsat: è la loro prima possibilità di vedere davvero quale qualità offre Landsat 9. E sembra fantastico”, ha affermato Jeff Masek, scienziato del progetto Landsat 9 presso il Goddard Space Flight Center della NASA.

Il satellite Landsat 8 rimarrà in orbita e insieme i due satelliti segnaleranno cambiamenti sulla Terra ogni otto giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *