L’ex Royal Navy “pianifica di prendere d’assalto l’aeroporto di Kabul” mentre cresce la frustrazione per gli sforzi di evacuazione

Un ex marine britannico che cerca di fuggire dall’Afghanistan con dozzine di altri dice che ha intenzione di prendere d’assalto l’aeroporto di Kabul per imbarcarsi su un volo di ritorno, poiché rimane inaccessibile tramite strade normali.

Paul Farthing “La penna”, che ha fondato l’organizzazione benefica per il salvataggio degli animali Nawzad, ha affermato che il personale del suo rifugio a Kabul avrebbe dovuto rischiare la vita per ottenere l’evacuazione del governo del Regno Unito.

Farthing ha detto che stava cercando di lasciare il paese con 71 dipendenti di Nawzad e le loro famiglie, compresi bambini e giovani veterinari.

crisi in Aeroporto Internazionale Hamid Karzai Ha detto a BBC Radio 4 se stesse peggiorando Oggi Il programma, giorni dopo le segnalazioni di persone che adottano misure drastiche per entrare in aeroporto, o almeno avere un accesso sicuro ai propri figli. Le persone devono ora passare attraverso il blocco Posti di blocco talebani Per raggiungere l’aeroporto.

“In realtà ho ricevuto un’e-mail questa mattina”, ha detto Farthing. “Questo è solo per me, non per il mio staff”, ha detto: “Abbiamo un volo di ritorno per te, per favore raggiungi l’aeroporto”.

“Come vuoi che arrivi all’aeroporto? Ho superato la rabbia… Sono completamente intontito dall’incompetenza di questo processo.”

Alla domanda del presentatore Justin Webb se lui e il suo staff fossero “spaventati”, Farthing ha detto che non avevano tempo per avere paura.

“Nel momento in cui inizi a spaventarti, smetti di pensare alle cose per bene”, ha detto.

Stiamo letteralmente cercando di pianificare come entrare nell’aeroporto di Kabul. Ci credi che te lo dico? “

READ  Resti umani trovati a Dibin dopo un attacco mortale a una donna del Colorado | Notizie dagli Stati Uniti

L’ex marine si è detto “disgustato” dallo sforzo di ritiro internazionale e che “qualcuno da qualche parte deve avere il controllo”.

“Non ho idea di cosa stiano pensando i nostri politici, cosa stiano pensando i politici americani”, ha detto.

È stato particolarmente critico nei confronti della decisione degli Stati Uniti di chiudere la base aerea di Bagram – il centro militare americano in Afghanistan – che avrebbe potuto fornire due ulteriori punti di ritiro e alleviare la corsa all’aeroporto di Kabul.

Diversi voli governativi ogni giorno hanno trasportato cittadini britannici e afgani da Kabul al Regno Unito dall’inizio delle evacuazioni. Laurie BristowL’ambasciatore britannico in Afghanistan ha affermato che l’obiettivo era quello di aiutare 1.000 persone ogni giorno.

Farthing, che ha prestato servizio nella provincia di Helmand nel 2006, all’inizio di questa settimana ha chiesto al governo britannico di concedere il permesso al suo personale afghano di trasferirsi nel Regno Unito.

Ha detto che il personale era “terrorizzato” e non aveva ricevuto alcuna assicurazione “che sarebbero stati al sicuro se fossero rimasti” in Afghanistan. Ha detto che il suo staff afghano, comprese le giovani veterinarie, era più vulnerabile dei talebani.

Forse mi sbaglio, forse entro un anno scopriamo che i talebani sono cambiati. Quello che non voglio è qui con il mio cast per sapere che non sono cambiati. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *