L’ex ambasciatore del Regno Unito a Mosca afferma che le forze di Putin hanno perso duramente in Ucraina

Quinto

L’ex ambasciatore britannico a Mosca ha dichiarato giovedì che le forze di Vladimir Putin stavano perdendo pesanti perdite in Ucraina e che non poteva “vincere la guerra per ottenere una conclusione scontata”.

Sir Andrew Wood, capo della diplomazia britannica in Russia dal 1995 al 2000, ha affermato che gli ucraini non avrebbero dimenticato “ciò che ha fatto, ciò che hanno fatto le sue truppe e il modo in cui lo hanno fatto”.

“Questa di per sé è una sconfitta”, ha aggiunto.

Il piano del presidente russo per una falsa invasione, che prevedeva la cattura di Kiev in pochi giorni, è fallito in modo spettacolare e ora ha rifocalizzato la sua campagna militare sulla regione del Donbass a est, dove si trovano le regioni di Donetsk e Luhansk detenute dai separatisti sostenuti da Mosca.

Anche nel Donbass, le sue forze stanno facendo progressi lenti mentre incontrano la feroce resistenza ucraina.

Si ritiene che Putin stia cercando una qualche forma di vittoria in Ucraina entro il 9 maggio.

È una data chiave nel calendario militare russo perché segna la resa dei nazisti nella seconda guerra mondiale e una parata annuale si tiene sulla Piazza Rossa a Mosca.

Questo potrebbe essere l’obiettivo dietro un rinnovato tentativo di prendere il pieno controllo della città assediata di Mariupol, mentre le forze russe cercano di prendere d’assalto la tentacolare acciaieria Azovstal, dove si ritiene che circa 2.000 combattenti ucraini e 200 civili, compresi i bambini, rimangano all’interno di un complesso di stanze e corridoi sotterranei.

Con solo pochi giorni rimasti fino al 9 maggio e il tempo che stava finendo per Putin per ottenere una vittoria nella sua guerra in Ucraina iniziata il 24 febbraio, Sir Andrew ha detto a Sky News: “Pensava che l’avrebbe vinta molto tempo fa.

READ  Spagna: i torrent distruggono edifici e spazzano le auto ad Alicante | notizie dal mondo

Ma in realtà sta perdendo molto e penso che dobbiamo renderci conto che non può vincere la guerra nel senso di ottenere un risultato stabile.

“Nessuno in Ucraina dimenticherà quello che ha fatto, quello che hanno fatto le sue forze, il modo in cui lo hanno fatto.

“Questo di per sé è una sconfitta.”

Ha anche aggiunto: “In secondo luogo, sembra che abbia già perso più truppe russe a morte di quante ne abbia perse durante la guerra in Afghanistan.

“Penso che sia in una situazione terribile in quel modo, ma alla propaganda russa non importa in alcun modo della verità, quindi presumibilmente cercherà di creare una sorta di storia, forse è tutta colpa nostra.

“Ma penso che sia in una situazione impossibile.”

Circa 15.000 soldati russi sono già stati uccisi in Ucraina, secondo le stime britanniche, poco più di quelli uccisi durante i nove anni di invasione sovietica dell’Afghanistan terminata nel 1989.

Putin ha ordinato alle sue forze poco più di una settimana fa di chiudere le acciaierie a Mariupol, cosa che il generale Lord Dannatt, ex capo dell’esercito britannico, ha detto essere un segno che stavano lottando per sopravvivere ai combattenti ucraini.

Ha aggiunto su Sky News: “Ora sono giunti alla conclusione che devono ottenere una sorta di vittoria per festeggiare lunedì (9 maggio).

“Sembra che ora abbiano ripreso un attacco diretto alle acciaierie per cercare di eliminare la parte rimanente della resistenza lì in modo che lunedì possano affermare di aver catturato Mariupol, e quindi di aver completato il loro passaggio via terra dalla Crimea attraverso il Donbass in Russia.

READ  Il membro del Congresso Jim Jordan si rifiuta di collaborare con il comitato del 6 gennaio | Attacco al Campidoglio degli Stati Uniti

“Questa è una tragedia che si svolge davanti ai nostri occhi”.

Si ritiene inoltre che lunedì la Russia possa far sfilare prigionieri di guerra ucraini attraverso Mosca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *