L’esibizione del capodanno lunare scatena polemiche razziali sulla faccia nera | Notizie sul razzismo

Nel secondo incidente di questo genere in Cina dal 2018, gli artisti di uno spettacolo televisivo statale hanno indossato abiti raffiguranti africani e si sono scuriti la pelle con il trucco.

La State Broadcasting Corporation of China è stata nuovamente criticata per l’esibizione di ballerini fatti per suonare come africani durante la sua festa annuale del capodanno lunare.

Durante lo spettacolo CCTV di quattro ore che di solito attira centinaia di milioni di spettatori, gli artisti sono apparsi sul palco indossando abiti quasi in stile africano e scurendo la pelle con il trucco.

“Il team di New Year’s Eve Party Manager è semplicemente stupido e sinistro”, ha detto un utente che si è rivolto a Weibo, la piattaforma di social media cinese simile a Twitter per criticare lo spettacolo.

“C’è una differenza tra i cinesi dalla faccia nera e i bianchi che tendono gli occhi a deridere gli asiatici?”

Un’altra parte dell’evento ha visto artisti cinesi vestiti con antichi costumi egiziani e in spagnolo, che un giornalista ha descritto come l’acquisizione di altre culture.

La festa ha scatenato una controversia simile nel 2018 su una scenetta a cui ha partecipato l’attrice Lu Nieming. È apparsa sul palco in un costume colorato, viso e braccia marroni, portando un cesto di frutta sulla testa e accompagnata da una persona vestita da scimmia.

Anche le organizzazioni e gli avvocati africani in Cina hanno criticato lo spettacolo, che è stato trasmesso giovedì sera.

READ  Il marito della donna scomparsa il giorno della festa della mamma è stato accusato di omicidio, ma nessun corpo è stato trovato

“Mentre i sostenitori della pratica affermano che i volti neri enfatizzano l’empatia e il realismo, è difficile separarli da una lunga storia di zelo e concentrarsi su cartoni animati problematici”, ha detto su Twitter Black China Caucus, un gruppo di attivisti.

Reclami razzisti sono scoppiati anche nel 2018, quando l’attore cinese Lu Niming (al centro) ha fatto una scenetta, in cui gli attori indossavano anche una faccia nera. [Stringer/Reuters]

“Nel prossimo anno, speriamo che gli organizzatori decidano di porre fine a questa pratica e impiegare alcune delle migliaia di neri che vivono in molte parti della Cina”.

Lo spettacolo, che quest’anno si è concentrato sulla celebrazione del personale medico cinese e del programma spaziale cinese, è stato un punto fermo della televisione sin dalla sua prima messa in onda nel 1983.

E il razzismo contro gli africani in Cina è in aumento.

Nell’ultimo anno molti africani residenti in Cina sono stati umiliati, selezionati e inseguiti da agenti di polizia che li hanno accusati di contrarre il coronavirus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *