L’esercito del Myanmar si impegna a rispettare la costituzione tra i timori di un colpo di stato | Myanmar

Le forze armate del Myanmar hanno affermato che proteggeranno la costituzione del paese e la rispetteranno e agiranno in conformità con la legge, tra i timori nel paese che i militari possano cercare di prendere il potere.

In una dichiarazione ufficiale di sabato, i militari hanno affermato che le recenti dichiarazioni del suo capo generale sull’abrogazione della costituzione sono state interpretate male dai media e da alcune organizzazioni.

Più di una dozzina di ambasciate, tra cui la delegazione degli Stati Uniti e dell’Unione Europea, venerdì hanno esortato il Myanmar ad “aderire agli standard democratici”, unendosi alle Nazioni Unite in un coro di preoccupazione internazionale sulla possibilità di un colpo di stato.

Il paese è solo un decennio su quasi 50 anni di governo militare, con una democrazia emergente governata da una costituzione redatta dal consiglio militare che impone la condivisione del potere tra l’amministrazione civile ei generali del paese.

Per settimane, i potenti militari hanno denunciato diffuse irregolarità degli elettori nelle elezioni di novembre, che la Lega nazionale per la democrazia (NLD) al governo guidata da Aung San Suu Kyi ha vinto in Frana.

La sua richiesta di controllare le liste degli elettori si è intensificata questa settimana, poiché un portavoce dell’esercito martedì ha rifiutato di escludere la possibilità di un’acquisizione del potere militare per affrontare quella che ha descritto come una crisi politica.

I timori sono aumentati dopo che il capo dell’esercito, il generale Min Aung Hling – probabilmente l’individuo più potente del Myanmar – sembrava ripetere lo stesso sentimento mercoledì, quando ha detto che la costituzione del paese potrebbe essere “abrogata” in determinate circostanze.

READ  Joe e Jill Biden rendono omaggio agli atleti olimpici statunitensi durante una telefonata con la squadra prima della cerimonia di chiusura

I membri neoeletti del Parlamento dovrebbero iniziare a sedersi in Parlamento il 1 ° febbraio.

Venerdì la sicurezza è stata rafforzata nella capitale, Naypyidaw, mentre la polizia pattugliava le strade dietro le barriere di filo spinato.

La Lega nazionale per la democrazia al governo del Myanmar ha dichiarato sabato di accettare la dichiarazione come una spiegazione appropriata, dopo che le forze armate hanno dichiarato che avrebbero protetto e seguito la costituzione.

Myo Nyunt, portavoce del partito al governo Aung San Suu Kyi, ha detto a Reuters che il partito voleva che i militari fossero un’organizzazione che “accetta la volontà del popolo riguardo alle elezioni”.

Reuters e Agence France-Presse hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *