L’enorme impatto dell’adolescente T-Rex e di altri giovani dinosauri

Sebbene il divario a Hill Creek sia particolarmente grave, la maggior parte delle comunità dalle zampe giganti studiate dai ricercatori non avevano carnivori tra i 220 ei 660 libbre. (Per un confronto recente, sembra che i carnivori adulti nel Kruger National Park in Sud Africa fossero più grandi di un leone o più piccoli di una volpe dalle orecchie di pipistrello.)

I vacuoli carnivori erano più evidenti in queste società individuali che in quelle prive di metropoli giganti, sostenendo l’idea che i più piccoli li stessero riempiendo, ha detto la signora Schroeder. Le lacune inoltre non si applicano agli erbivori. Questo, ha detto, indicava che l’incapacità dei giovani carnivori di cacciare lo stesso cibo degli adulti li ha costretti a individuare il proprio, il che ha avuto un forte impatto sull’ecosistema. (Al contrario, i sauropodi giovani possono masticare i rami inferiori di un albero mentre un adulto mangia la parte superiore.)

Il dottor Klaus ha detto che il nuovo studio “rappresenta un enorme risultato nel testare questo concetto”. In teoria, ha detto, queste stesse dinamiche potrebbero aver reso difficile per i dinosauri riempire grandi nicchie dopo l’evento di estinzione di massa: quando i grandi dinosauri morirono, la relativa mancanza di specie di piccole e medie dimensioni lo significava. I mammiferi erano in una posizione migliore per afferrarlo.

Lawrence M. Whitmer, professore di anatomia e paleontologia presso l’Università dell’Ohio che non è stato coinvolto nello studio, ha detto che ampie analisi come questa “trasformano davvero il campo” della paleontologia.

“L’idea che i giovani fossero diversi tipi di predatori rispetto ai loro genitori mostri”, ha detto il dottor Whitmer. Ma mentre molti paleontologi si sono concentrati su una specie alla volta nell’affrontare questa domanda, questo nuovo studio collega invece “migliaia di punti”, ha detto, per mostrare “come si sono evolute intere società di dinosauri”.

READ  Pleistocene medio Homo sapiens da Nesher Ramleh, Israele

“È un grosso problema”, ha detto.

Nel frattempo, la scarsità di piccoli fossili di dinosauro rende difficile comprendere con precisione i ruoli che questi giovani hanno svolto, ha detto David Hoon, uno zoologo della Queen Mary University di Londra, che ha usato metodi simili. Studiare la distribuzione delle dimensioni dei dinosauri.

Ha detto: “Sapere che i minori riempiono uno spazio pubblico specializzato ed essere in grado di fare effettivamente qualsiasi cosa con queste informazioni sono due cose diverse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *