Le stelle di neutroni hanno montagne alte meno di un millimetro

Rappresentazione artistica di una stella di neutroni.

Rappresentazione artistica di una stella di neutroni.
immagine: ESO / L. Marciapiede

Un team di astrofisici ha recentemente utilizzato nuovi modelli di stelle di neutroni per mappare le montagne, piccole regioni rialzate, sopra di esse. Strutture sferiche perfette per le stelle. Scoprono che le deviazioni maggiori sono ancora insolitamente piccole a causa di Intensa attrazione gravitazionale, lunga fino a meno di un millimetro.

Le stelle di neutroni sono i nuclei morti di stelle massicce che sono collassate su se stesse. essi Sono gli oggetti più densi dell’universo oltre ai buchi neri. Sono chiamate stelle di neutroni perché la loro gravità è così intensa che gli elettroni nei loro atomi crollare in Protoni, formando neutroni. È molto compatto مضغوط Hanno una massa maggiore di quelli in Il nostro sole è in una sfera non più ampia della città.

La valutazione del team di “montagne” arriva su queste stelle di neutroni Due Le foglie Attualmente ospitato sul server arXiv prima della stampa; insieme, I giornali valutano l’estensione di queste montagne. I risultati del team sono stati presentati oggi al National Astronomy Meeting della Royal Astronomical Society.

“Negli ultimi due decenni, c’è stato un grande interesse nel capire quanto fossero larghe queste montagne prima che la crosta della stella di neutroni si rompesse e la montagna non potesse più essere supportata”, ha detto Fabian Gittens, un astrofisico dell’Università di Southampton. . e autore principale di entrambi gli articoli, presso la Royal Astronomical Society الجمعية comunicato stampa.

Il lavoro precedente suggeriva che montagne di stelle di neutroni potrebbero essere alte pochi centimetri, molto più grandi di quelle che ha l’ultima squadra. stimato. I calcoli precedenti presumevano che una stella di neutroni avrebbe avuto protuberanze così grandi sulla sua superficie se lo fosse Teso ai suoi limiti, come un atlante che racchiude il mondo. Ma l’ultima modellazione ho trovato I calcoli precedenti sono comportamenti irrealistici che ci si aspetterebbe da una stella di neutroni.

La Nebulosa del Granchio, fotografata dal telescopio spaziale Hubble.  Una stella di neutroni è il cuore della struttura che si è formata da una supernova.

“Negli ultimi due decenni, c’è stato un grande interesse nel capire quanto fossero larghe queste montagne prima che la crosta della stella di neutroni si rompesse e la montagna non potesse più essere supportata”, spiega Gittens nella dichiarazione.

Lavori precedenti hanno suggerito che le stelle di neutroni possono tollerare deviazioni da una sfera ideale dell’ordine di poche parti in 1 . milioni, il che significa che le montagne possono raggiungere pochi centimetriS. Questi calcoli presumevano che la stella di neutroni fosse tesa in un modo che si avvicinasse alla frattura crostale in ogni punto. Tuttavia, Nuovi modelli indicano che tali condizioni sono improbabili.

“Una stella di neutroni ha un nucleo liquido, una crosta flessibile e soprattutto un sottile oceano liquido. Ogni regione è complessa, ma dimentichiamo i dettagli più fini”, Nils Anderson, coautore di entrambi gli articoli e astrofisico dell’Università di Southampton, ha affermato: in una lettera. “Quello che abbiamo fatto è costruire modelli che collegano queste diverse regioni insieme nel modo giusto. Questo ci permette di dire quando e dove la crosta elastica si rompe per la prima volta. I modelli precedenti presumevano che lo stress fosse massimo in tutti i punti contemporaneamente e questo porta (pensiamo) a montagne molto grandi”.

Queste escrescenze crostali significano che l’energia dalla montagna verrà rilasciata in una regione più ampia della stella, ha detto Anderson. Anderson ha detto che mentre si affida a modelli computerizzati, gli spostamenti crostali “non sarebbero abbastanza drammatici da far collassare la stella, perché la regione crostale contiene materia a densità piuttosto bassa”.

Rimangono domande interessanti. Anderson ha affermato che esiste la possibilità che, dopo la prima frattura crostale, possano verificarsi montagne più grandi di quelle progettate dal team a causa di Il flusso di materiale attraverso superficie stellare. Ma anche quelle montagne saranno tante Più piccolo di una collina, compresso dalla massiccia gravità delle stelle.

ALTRO: Gli astrofisici hanno rilevato la fusione di buchi neri e stelle di neutroni, questa volta da un po’ di tempo

READ  SpaceX testa il lancio del Falcon 9 per la sesta volta in cinque settimane: Spaceflight Now

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *