Le figlie più giovani di Vanessa Bryant ricreano una foto di Gigi e Natalia nel più dolce tributo alla loro defunta sorella

Foto: vanessabryant / Instagram

Vanessa Bryant è senza dubbio una donna forte. Dopo aver perso il marito, Kobe Bryant, e la figlia, Gigi Bryant, lo scorso anno, la 39enne madre di quattro figli ha mostrato un’incredibile forza e resilienza di fronte a queste difficoltà. Oltre alle figlie, Vanessa Bryant ha mantenuto vivo il ricordo di Kobe e Gigi Bryant con un toccante tributo. Di recente, Vanessa Bryant ha condiviso un tributo particolarmente toccante alla sua defunta figlia, Gianna, sulla sua pagina Instagram.

Sabato, Vanessa Bryant ha pubblicato una foto delle sue figlie Bianca, 4 anni, e Capri, 2, ricreando una foto di Gigi e Natalia Bryant quando erano bambine.

La prima foto del post mostra Gigi e Natalia seduti su una bellissima panchina piastrellata a Capri, in Italia. Nel secondo post, le figlie più piccole di Vanessa Bryant, Bianca e Capri, sono sedute sullo stesso identico sedile, sorridendo e salutando la telecamera. La più giovane delle sorelle Bryant indossa abiti abbinati con motivi a limoni. È notevole quanto le due ragazze più giovani siano simili alle loro sorelle maggiori.

Bryant ha intitolato la foto: “Mi manca la mia bambina, Gigi. La mia # 2. Mambasita”, insieme ad alcuni emoji di limone e cuore.

Quest’estate, Vanessa ha portato le sue figlie in un viaggio di famiglia in Italia, il paese in cui è cresciuto Kobe Bryant.

Nell’ultima settimana, Vanessa ha condiviso le foto delle vacanze in Europa con i suoi follower su Instagram. Prima di visitare l’Italia, Vanessa Bryant e le sue figlie si sono fermate in Croazia e in Costa Azzurra. A giudicare dalla sua pagina Instagram, alle donne di Bryant piaceva particolarmente stare in Italia, nuotare, prendere lezioni di pizza e mangiare la pasta insieme.

Ha senso che Vanessa porti le sue figlie nel paese in cui è cresciuto il padre. Kobe Bryant amava così tanto l’Italia che lui e Vanessa hanno dato alle sue figlie un nome per onorare il paese in cui sono cresciute.

È noto che Kobe Bryant è cresciuto a Rieti, in Italia, dove suo padre giocava a basket professionistico.

Kobe Bryant ha sempre avuto un posto speciale nel suo cuore per l’Italia, dire: “Sono cresciuto qui in Italia, è un Paese che mi starà sempre nel cuore. Sempre”. Secondo gli italiani era un perfetto italiano cubano. Quando è morto, il paese ha pianto la perdita di un’icona amata che consideravano una di loro.

La Federazione Italiana Pallacanestro ha ordinato un minuto di silenzio prima di ogni partita di basket, una settimana dopo la morte di Bryant. “E’ un piccolo ma sincero gesto che merita di onorare la vita e la memoria di Kobe Bryant, l’eroe assoluto che ha sempre avuto l’Italia nel cuore”, ha detto in una nota il presidente della federazione.

Siamo lieti che Vanessa Bryant stia mostrando alle sue figlie una fetta della vita del loro defunto padre. Siamo anche felici di vedere che sta mantenendo vivo lo spirito di Gianna attraverso le sue giovani figlie.

Notare eventuali correzioni necessarie? Inviaci un’e-mail a correzioni@wearemitu.com

READ  Partecipa per vincere una vacanza Disney World con l'ultimo titolo del film Pixar!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *