Lady Gaga è rimasta nel personaggio per un anno e mezzo e ha perso il tocco della realtà girando “House Of Gucci”

“Finisci per sembrare come loro, sì, ma non è una tradizione, lo è diventato. Ricordo quando abbiamo iniziato le riprese, sapevo di essere diventato – e sapevo che la sfida più grande sarebbe stata indecente”.

Inserito il 3 novembre 2021 alle 11:35 ET

Lady Gaga parla della sua difficile esperienza durante le riprese del film in uscita Gucci House.

Jimmy McCarthy/Getty Images

Il tanto atteso film di Ridley Scott, in uscita alla fine di questo mese, è basato sulla vera storia di Patricia Reggiani, condannata per aver orchestrato l’omicidio del marito nel 1995, il defunto boss di Gucci Maurizio Gucci. Lady Gaga e Adam Driver come coppia.

E in un modo nuovo Intervista a British Vogue Come star di copertina nel dicembre 2021, Gaga – che ha lavorato al film per tre anni – ricorda le difficoltà che ha dovuto affrontare quando è diventata il suo “personaggio”.

Vittorio Zunino Cilotto/Getty Images

“Sarò completamente onesto e trasparente: ho vissuto [Patrizia] Per un anno e mezzo. E ha parlato con un accento per nove mesi”, ha detto, prima di spiegare che era “fuori campo”.

“Non ho mai rotto. Sono rimasta con lei”, ha aggiunto.

Descrivendo nel dettaglio alcuni dei cambiamenti che ha apportato per trasformarsi in Patrizia, Gaga ha ricordato di tingersi i capelli scuri “sul posto” perché sentiva che l’avrebbe aiutata a esprimere meglio il suo accento italiano mentre si concentrava sulla comprensione degli “interessi” del personaggio.

Portfolio Mondadori / Portfolio Mondadori via Getty Images

“Era quasi impossibile per me parlare con un accento biondo”, ha detto. “Ho dovuto immediatamente tingermi i capelli e ho iniziato a vivere in modo tale che tutto ciò che guardavo, tutto ciò che toccavo, iniziavo a notare dove e quando potevo vedere i soldi”.

Vittorio Zunino Cilotto/Getty Images

“Ho iniziato a scattare foto anch’io”, ha continuato. “Non ho prove che Patrizia fosse una fotografa, ma ho pensato che fosse un esercizio, trovare i suoi interessi nella vita, che sarei diventato un fotografo, quindi ho portato la mia macchina fotografica point-and-shoot ovunque andassi. Ho notato che Patrizia ama le cose belle. Se non c’è qualcosa di bello, l’ho cancellato”.

Il vincitore dell’Oscar ha continuato descrivendo alcune delle durature difficoltà mentali che ha vissuto a causa della sua dedizione al suo stile di recitazione.

Nelson Barnard/Getty Images

Ha spiegato: “Ho avuto alcune difficoltà psicologiche ad un certo punto verso la fine delle riprese”. “Ero o nella mia stanza d’albergo, vivendo e parlando per [Patrizia] Reggieni, o ero sul set, vivo e parlo come lei. Ricordo che un giorno andai in Italia con indosso un cappello per fare una passeggiata. Non camminavo da circa due mesi ed ero in preda al panico… pensavo di essere su un set”.

Vincenzo Pinto/AFP via Getty Images

“Eravamo tra le riprese Selma [Hayek, who also stars in the movie] Era tipo, “Oh, il fottuto attore metodico qui. Sai, non mi sta parlando ora. Perché stavo facendo un lavoro di memoria sensoriale accanto a lei, e lei mi prendeva in giro mentre ero seduto lì a farlo.” lei ricorda.

“Non ho nemmeno riso. Quando la scena è finita, mi sono girato verso di lei e ho detto: ‘Sciocco!’ Ho iniziato a ridere e l’ho baciata. Era un grande gruppo, ma sono molto serio quando lavoro ,” lei disse.

Inoltre, non è stata solo la vita personale di Gaga ad essere influenzata dal suo stile di recitazione coerente. La star ha continuato a ricordare la “disconnessione” che ha sentito dalla sua famiglia mesi dopo aver terminato “Live and Talk” come Patrizia.

Steve Granitz / WireImage

“C’è stato un po’ di silenzio e una certa separazione per un po'”, ha detto.

“Finiti per assomigliare a te [the character]Sì, ma non è una tradizione, è un divenire. Ricordo che quando abbiamo iniziato le riprese, sapevo che stavo diventando – e sapevo che la sfida più grande sarebbe stata indecente”.

Gaga ha continuato a rispondere alle critiche che ha ricevuto riguardo alla sua imminente esibizione, alcune delle quali provengono dalla vita reale. Patrizia Reggiani.

Nelson Barnard/Getty Images per ELLE

A marzo, Reggie ha rivelato di essere “un po’ turbata” quando ha saputo che Gaga era pronta per girare il film in uscita dato che i due non si erano incontrati prima.

Miguel Medina/AFP via Getty Images

Ha detto: “Sono in qualche modo infastidita dal fatto che Lady Gaga mi interpreti nel nuovo film di Ridley Scott senza avere alcuna considerazione e senso di venire a vedermi”. dimenticare.

Rispondendo ora, Gaga ha detto: “Ho sentito di poter davvero rendere giustizia a questa storia solo se mi fossi avvicinata ad essa con gli occhi di una donna curiosa che fosse interessata ad avere un’anima giornalistica in modo da poter leggere tra le righe quello che stava succedendo in le scene del film.”

“Il che significa che nessuno mi dirà chi è Patricia Gucci”, ha aggiunto. Nemmeno Patrizia Gucci.

Altrove, Gaga non è l’unico attore di Hollywood che di recente si è aperto sul perdere il contatto con la realtà dopo aver praticato il suo stile di recitazione con attenzione.

Christopher Polk/Getty Images per Turner

Solo pochi mesi fa ad agosto, la collega vincitrice dell’Oscar Nicole Kidman ha ricordato di essere rimasta nel personaggio per cinque mesi durante le riprese di Hulu. Nove perfetti sconosciuti – e ha persino rivelato di aver smesso completamente di rispondere al suo vero nome.

Fraser Harrison/Getty Images

“Volevo un’energia molto calma e curativa da emettere tutto il tempo”, ha spiegato Nicole, che interpretava un’esperta di benessere di nome Masha. “Quindi ricordo di essere andato dalle persone e di mettere la mia mano sui loro cuori, tenendosi per mano, stavano parlando con me o usando il mio nome, Nicole, quando li ignoravo completamente.

“Mi sentivo come se stessi per fare uno spettacolo, e non volevo sentirmi così”, ha aggiunto.

READ  Skippy, canguro gonfiabile, softball australiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *