La Williams, che sta giocando la sua millesima partita, è fuori dagli Open d’Italia

Serena Williams, Che ha giocato la 1000esima partita WTA della sua carriera, ha perso al suo ritorno dopo quasi tre mesi lontani tre mesi da Nadia Podoroska nel secondo turno degli Open d’Italia mercoledì.

La 39enne ottava testa di serie ha perso 7-6 (8/6) e 7-5 in poco meno di due ore contro la 44esima testa di serie argentina, che a sorpresa ha raggiunto la semifinale al Roland Garros lo scorso anno.

La Williams, quattro volte vincitrice a Roma e 23 volte campionessa del Grande Slam, non gioca dalla sua semifinale sconfitta agli Australian Open di quest’anno.

L’uscita anticipata è stata un successo tre settimane prima degli Open di Francia a Parigi il 30 maggio, mentre l’americana continua la sua offerta per eguagliare il record australiano di Margaret Court in 24 tornei del Grande Slam.

Nonostante le prestazioni da combattimento, la Williams non è riuscita a esaurire il 24enne argentino che ha rotto due volte l’americano nel primo set.

Podoroska ha forzato il tie-break con un colpo di testa e ha sprecato tre punti prima di decidere il set.

Nel secondo, la Williams era sotto 5-2 ma ha mantenuto l’argentina e ha rotto il suo amore mentre serviva la partita al livello 5-5.

Podoroska ha mantenuto i nervi saldi per vincere tre match point per assicurarsi la sua terza vittoria nella sua carriera su uno dei primi 10 giocatori, il tutto negli ultimi otto mesi.

Per la Williams, quella è stata la sua 149a sconfitta, con 851 vittorie nel corso di una carriera WTA di 1.000 partite.

Ma non potrà festeggiare con il pubblico della Roma, in quanto solo gli spettatori sono ammessi dal terzo turno di giovedì al Foro Italico mentre è limitato al 25 per cento.

READ  Novak Djokovic in un'emozionante battaglia per raggiungere le semifinali dell'Open d'Italia | Tennis | sport

Podoruska incontrerà poi la croata Petra Martic, che in precedenza aveva battuto la francese Christina Mladenovic 7-5, 6-3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *