La Tunisia chiede urgente revisione dell’accordo commerciale con la Turchia

TUNISI (Reuters) – La Tunisia sta cercando una revisione urgente di un accordo commerciale con la Turchia al fine di ridurre un disavanzo in aumento, hanno detto venerdì due funzionari del ministero del Commercio.

Nabil Arfaoui, Direttore della Cooperazione con l’Europa presso il Ministero del Commercio, ha affermato che saranno aperti negoziati con la Turchia per modificare l’accordo o addirittura annullarlo.

Il deficit è stato uno dei principali problemi che la Tunisia deve affrontare, alle prese con una crisi economica senza precedenti.

L’Istituto governativo di statistica ha dichiarato questa settimana che il deficit commerciale della Tunisia è aumentato entro la fine di luglio 2021 a 8,7 miliardi di dinari (3,09 miliardi di dollari), rispetto ai 7,5 miliardi di dinari nello stesso periodo del 2020.

Il deficit commerciale del paese nordafricano con la Turchia è stato di 900 milioni di dollari, che rappresenta il terzo più grande deficit commerciale per la Tunisia dopo Cina e Italia.

Saida Hashisha, responsabile del commercio e della cooperazione economica, ha affermato che l’incontro dovrebbe svolgersi a settembre.

“Speriamo che ci siano concessioni da entrambe le parti per raggiungere un accordo”, ha detto a Reuters. (dollaro = 2.8114 dinari tunisini)

(Rapporto di Tariq Emara). Montaggio di Alison Williams e Alex Richardson

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Mo Money and Ma's Problems - The Chinese Trust Makers' Quest for Alibaba is only the beginning | Business

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *