La superstar televisiva italiana Rafella Carr muore a 78

La sua fama ha raggiunto gli Stati Uniti nel 1986 È apparso in “Late Night with David Letterman”. Sig. Dopo che Letterman l’ha descritta come “Johnny Carson e Ed Sullivan d’Italia”, Mrs. Carey interruppe la sua domanda per sottolineare che erano entrambi uomini. Ha detto che a volte è stato paragonato ad Ann-Margaret e Barbara Walters, ma “sono solo Rafella Carrey”, ha aggiunto.

È anche responsabile dell’aggiunta di una parola ai dizionari italiani. Dal 1995 al 2009 è stato il “Karamba! Che Sorbresa ”(“ Caramba! Che sorpresa ”), un progetto di successo in cui riunisce persone con parenti o amici perduti da tempo. La parola “carambatta” è entrata nella lingua italiana, riferendosi a un incontro inaspettato con qualcuno per lungo tempo.

Sig.ra. Carey ha anche avuto uno show televisivo nel 2004 in cui ha contribuito a portare a termine le adozioni. Una foto di lei circondata da bambini è stata posta vicino alla sua bara mentre era a letto per un addio pubblico al municipio di Roma.

Raffella Carey Raffella Roberta Belloni è nata il 18 giugno 1943, sulla costa adriatica a sud di Ravenna, a Bellary. Sua madre, Iris Delutri, gestiva la gelateria di famiglia e si separò dal padre quando la sig.ra Kerr aveva 3 anni.

“Ho imparato in tenera età a fare a meno degli uomini”, ha detto una volta.

È cresciuto a Bologna, dove ha iniziato a prendere lezioni di danza classica all’età di otto anni. È andato a Roma all’età di 18 anni per frequentare il Centro Sperimentale de Cinematography, la principale scuola di cinema italiana, e ha avuto alcuni ruoli minori nei film italiani. Van Ryan Express. “

READ  Cooperazione USA-Italia per aiutare gli espulsi dall'Afghanistan

Un dirigente della RAI pensò di aver bisogno di un cognome che avesse un impatto maggiore e raccomandò l’auto dopo il suo pittore preferito, Carlo Carev. Amava il nome e lo teneva.

“Raffaella era più di un’attrice; era un genio”, ha detto Caderina Rita, assistente di lunga data della signora Carr e autrice di “Cinquant’anni di desiderio”, nel suo libro del 2019 sulla vita e la carriera.

Quello stile è una dinamica.

“Ho bisogno di spostare il corpo”, ha detto la signora Carey in un’intervista radiofonica del 2014. “Ho più energia.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *