La squadra neozelandese rivendica l’apertura della Copa America

La Nuova Zelanda ha battuto Luna Rossa nella gara di apertura della 36a Copa America al largo di Auckland mercoledì, con i difensori che hanno superato la striscia di 31 secondi rispetto ai concorrenti italiani.

La prima gara nella migliore competizione da 13 uomini è iniziata quando l’assistente manager australiano Jimmy Spethyl ha guidato Luna Rossa vicino a Te Rehutay di TNZ, ma è stato costretto a fare marcia indietro e una penalità è stata rifiutata.

TNZ ha aperto un gap di 14 secondi alla prima curva e ci sono voluti 23 secondi dopo la prima tappa sottovento.

Luna Rossa ha ridotto il divario a 17 secondi dal quarto round, ma TNZ è stato più forte durante le ultime due partite e ha tagliato comodamente il traguardo in 23 minuti e otto secondi.

“E ‘bello scendere dalla linea e prendere alcuni pugni in avanti”, ha detto il capitano della TNZ Peter Burling.

“Sono davvero contento della pre-partenza e di come tutta la squadra ha messo la barca in ottima forma”.

La competizione per la più antica coppa dello sport internazionale, che è stata rinviata di quattro giorni a causa del blocco del coronavirus ad Auckland, continua mercoledì più tardi con la seconda gara.

“Le prestazioni in barca sembrano molto vicine, quindi ci aspettano tempi entusiasmanti”, ha detto Francesco Bruni, assistente manager di Speethyl.

“Avremmo potuto iniziare meglio (ma) combatteranno duramente e noi lotteremo duramente. Penso che sarà una grande Coppa America”.

READ  Coppa America: Luna Rossa vede le migliori possibilità per battere la Nuova Zelanda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *