La spazzatura spaziale si scontra con la stazione spaziale, lasciando un buco nel braccio robotico

Una collisione indesiderata nello spazio ha creato un buco nella Stazione Spaziale Internazionale.

piccolo pezzo di detriti spaziali galleggianti Un braccio robotico colpisce la Stazione Spaziale Internazionale e provoca danni visibili.

Secondo l’Agenzia spaziale canadese (CSA), il braccio robotico è attaccato all’esterno della Stazione Spaziale Internazionale e “una piccola parte del braccio e della copertura termica” è stata danneggiata.

Questo problema è stato notato per la prima volta durante un’ispezione di routine il 12 maggio.

Il braccio, chiamato Canadarm2, ha continuato a completare le missioni e le operazioni pianificate.

L’Agenzia spaziale canadese ha rivelato l’improvviso danno in a damage Ultimo post sul blog.

Ha detto: “Mentre vengono prese le massime precauzioni per ridurre la possibilità di collisione con la Stazione Spaziale Internazionale, gli impatti si verificano con piccoli oggetti.

“Uno di questi scioperi è stato recentemente notato durante un’ispezione di routineتفتيش Canadarm 2 Il 12 maggio.

Esperti della Canadian Space Agency (CSA) e della NASA hanno lavorato insieme per catturare immagini dettagliate dell’area e valutare l’impatto, che si è verificato su uno dei settori del boom di Canadarm2.

“Nonostante l’effetto, i risultati dell’analisi continua indicano che le prestazioni del braccio non sono state influenzate”.

Lo spazio può essere un ambiente duro e spietato per i robot e gli umani che lo esplorano: le poste in gioco sono molte, dalle massicce fluttuazioni di temperatura alle radiazioni e ai detriti orbitali.
Lo spazio può essere un ambiente duro e spietato per i robot e gli umani che lo esplorano: le poste in gioco sono molte, dalle massicce fluttuazioni di temperatura alle radiazioni e ai detriti orbitali.
NASA/Agenzia spaziale canadese

Grazie all’esplorazione umana, lo spazio è pieno di spazzatura e detriti che galleggiano intorno.

Si dice che la NASA stia monitorando più di 27.000 pezzi di spazzatura spaziale in modo che possa provare a prevedere o evitare potenziali collisioni.

Alcuni dei pezzi sono troppo piccoli per essere rintracciati ma causano comunque molti danni alle missioni spaziali.

“Più di 23.000 oggetti delle dimensioni di una palla da softball o più vengono monitorati 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per rilevare potenziali collisioni con i satelliti e la Stazione spaziale internazionale (ISS)”, ha affermato l’Agenzia spaziale canadese.

READ  Un razzo SpaceX si dirige verso la Stazione Spaziale Internazionale con forniture di calamari, dentifricio e avocado | spazioX

“Anche un certo numero di piccoli oggetti – da rocce o particelle di polvere a macchie di vernice dai satelliti – sono troppo piccoli per essere osservati.

“Il rischio di collisione è preso molto sul serio. La NASA ha adottato da tempo una serie di linee guida per garantire la sicurezza dell’equipaggio della stazione. La sicurezza degli astronauti a bordo del laboratorio orbitante rimane una priorità assoluta per tutti i partner della stazione”.

Il danno visibile può essere visto sul braccio robotico.
Il danno può essere visto sul braccio robotico.
NASA/Agenzia spaziale canadese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *