La sonda solare dell’Agenzia spaziale europea sta acquisendo immagini irrealistiche di quattro pianeti contemporaneamente

Viviamo davvero all’apice di una meravigliosa nuova era di esplorazione spaziale, con Missili SpaceX Fa le fusa quasi ogni mese e Indagini internazionali Sparsi nella galassia della Via Lattea per scattare splendide foto AsteroidiComete, pianeti, lune e il nostro sole splendente.

Con tutta l’attività e la copertura mediatica di questi veicoli spaziali e sensori, è facile sentirsi compiaciuti o indifferenti riguardo ai dati e alle immagini che le loro missioni inviano sulla Terra. Quindi fermiamoci un momento e guardiamo il cielo in queste nuove immagini abbaglianti dal modulo solare in orbita della NASA / ESA mentre transita nel nostro sistema solare per studiare la nostra stella.

Il nuovo video qui sotto, compilato con una serie di foto, mostra dipinti cosmici incredibilmente rari di Terra, Marte e Venere, con la debole luce di Urano che ci ammicca anche dall’esterno.

Queste immagini stimolanti sono state acquisite il 18 novembre 2020 da una fotocamera SoloHI installata a bordo del Solar Orbiter. Venere (a sinistra), la Terra (al centro) e Marte (a destra) sono chiaramente visibili in primo piano, con un arazzo di stelle luminose sullo sfondo, tutte catturate mentre la navicella orbita attorno al sole. Gli astronomi dagli occhi di aquila hanno anche notato che Urano condivideva una fase vicino al suo bordo inferiore.

“Il Solar Orbiter è il più complesso laboratorio scientifico mai costruito per studiare il sole e il vento solare, che scatta foto della nostra stella da una distanza più vicina di qualsiasi altra navicella spaziale” Ricercatori ESA Indicato. “Il Solar Orbital Solar Imager (SoloHI) è uno dei sei strumenti di telerilevamento a bordo della missione. Durante la fase di crociera, questi strumenti vengono ancora calibrati durante periodi specifici, ma altrimenti spenti”.

READ  Il CDC fornisce consigli utili per qualsiasi emergenza

Venere, Terra e Marte si spostano leggermente nel campo visivo di SoloHI. Venere è l’oggetto più luminoso che può essere visto, poiché si trova a circa 30 milioni di miglia dall’orbita solare. Quando le immagini sono state scattate quel giorno, la distanza dalla Terra era di 156 milioni di miglia e 206 milioni di miglia da Marte. Più lontano da Urano c’è solo un punto accanto al simbolo del tempo ufficiale.

“Al momento della registrazione, il Solar Orbiter era in viaggio verso Venere per il suo primo volo gravitazionale assistito, avvenuto il 27 dicembre”, Scienziati dell’ESA spiegato. “Un volo di Venere e Terra porterà la navicella più vicino al sole e inclinerà la sua orbita per osservare la nostra stella da diverse prospettive”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *