La sonda cinese Chang’e-5 trova prove in situ dell’acqua sulla Luna

Cina La sonda lunare ha trovato acqua sulla superficie della luna, segnando la prima volta che gli scienziati hanno trovato prove in situ della sostanza su un satellite terrestre. In uno studio pubblicato in , ricercatori cinesi affermano che la sonda ha rilevato segni di molecole d’acqua o idrossile, un parente chimico stretto dell’H2O. Chang’e-5 ha utilizzato uno spettrometro per analizzare la formazione di regolite in prossimità del suo sito di atterraggio. Ha scoperto che la concentrazione di acqua nella maggior parte dei suoli è inferiore a 120 parti per milione, il che rende la superficie della Luna più secca di quella terrestre.

Honglei Lin et al.

Gli scienziati cinesi ritengono che la maggior parte delle particelle sia arrivata sulla luna attraverso un processo chiamato impianto del vento solare. Le particelle caricate dal sole hanno spinto gli atomi di idrogeno sulla superficie della luna dove si sono successivamente legati all’ossigeno per formare acqua e idrossile. Lo studio si basa sui risultati della NASA Quando ha trovato prove di acqua sulla superficie della luna illuminata dal sole usando un telescopio a infrarossi nell’aria. Per decenni, gli scienziati hanno creduto che la Luna fosse completamente asciutta a causa della sua atmosfera quasi inesistente. Senza atmosfera, si pensava che non ci fosse nulla lì per proteggere le molecole d’acqua dai raggi aspri del sole.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati con cura dalla nostra redazione, indipendentemente dalla casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione.

READ  SpaceX will launch dozens of satellites on its Transporter-1 flight on Friday and you can watch it live

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *