La professoressa che sostiene di essere una donna aborigena di nome “Morning Star Bear” è stata smascherata come una “frode”

“Quando ho visto quel TEDx, per essere completamente sincero, sono rimasto scioccato da quanto avesse lavorato duramente per ritrarre se stessa come aborigena”, ha detto alla CBC Winona Wheeler, professore associato di studi indigeni presso l’Università del Saskatchewan.

“Non hai il diritto di dire alla gente che lo sei per ottenere legittimità, trovare lavoro, ottenere finanziamenti. Questo è un abuso”.

“Ti fa sentire un po’ male”, ha detto Janet Smiley, MD, professore di medicina di famiglia presso l’Università di Toronto Metis, che ha svolto le sue ricerche sulla genealogia del Dr. Bowers.

“Avere un truffatore che parla a nome di Métis e degli indigeni del paese su cosa significa essere letteralmente un Métis – è molto sconvolgente, fastidioso e dannoso”.

Lunedì, il Centro per i diritti umani del Cairo ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava di riconoscere “il dolore che la popolazione indigena sta soffrendo a causa di questa faccenda”. L’organizzazione affiliata al governo inizialmente ha sostenuto il dottor Bowers.

UoS ha affermato di averlo sospeso dopo essersi preoccupato per le sue risposte ai media.

I popoli indigeni del Canada, che costituiscono circa il 5% della nazione, hanno combattuto con il governo federale per gli abusi storici.

Il dibattito è stato alimentato quest’anno dalla scoperta di fosse comuni di bambini sequestrati alle loro famiglie e inviati a collegi finanziati dallo stato, una politica di assimilazione forzata che è durata dal XIX secolo agli anni ’70.

I leader indigeni hanno sottolineato che un’eredità di abusi e isolamento è la causa principale dei tassi epidemici di alcol e tossicodipendenza nelle riserve.

Il primo ministro Justin Trudeau, che ha parlato della necessità di affrontare la storia di discriminazione del Canada, è stato accusato di ipocrisia dopo che il suo governo ha portato il tribunale a ridurre l’importo del risarcimento dovuto alle vittime indigene che soffrono di mancanza di assistenza.

READ  Vaccination has begun for 450 million in Europe as concerns mount about the novel coronavirus variant

Lo strano caso del dottor Bourassa non è il primo del suo genere.

Elisabetta Warren:

“Essere un nativo americano ha fatto parte della mia storia, credo, dal giorno in cui sono nato”, ha detto il senatore democratico che si è candidato alla presidenza.

Affermando di avere un’eredità indiana Cherokee e Delaware, ha ripetutamente indicato le sue radici durante la campagna. Tuttavia, quando le è stato chiesto della documentazione, non è stata in grado di fornire nulla e ha affermato di aver appreso del suo passato attraverso le storie di famiglia.

Donald Trump l’ha soprannominata Pocahontas, dicendo: “Sua madre dice che ha gli zigomi alti. Questo è il suo unico indizio”.

Alla fine, ha rilasciato un test del DNA che indicava che aveva un lontano antenato nativo americano, probabilmente 10 generazioni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *