La prima navicella spaziale SpaceX collaudata torna sulla rampa di lancio per il secondo round

Sfidando la maggior parte delle aspettative, SpaceX ha pilotato la sua prima navicella spaziale a grandezza naturale comprovata indietro Alla rampa di lancio meno di una settimana dopo che il prototipo è sopravvissuto a un’operazione di lancio e atterraggio ad alta quota.

Due giorni dopo questo incredibile lancio e quattro giorni fa, il CEO Elon Musk ha rivelato che SpaceX “potrebbe provare a riconsiderare”. [Starship] SN15 in arrivo ”, notando che il missile è caduto in condizioni straordinariamente buone. Mentre il lancio di 10 chilometri della Starship SN15 è stato molto meno ingombrante di quelli incontrati dai ripetitori Falcon di classe orbitale, il riutilizzo del primo prototipo è stato recuperato con successo da Starship, poche settimane dopo il primo atterraggio, sarebbe un risultato straordinario dato che SpaceX ha impiegato più di 15 mesi per riutilizzare il Booster Falcon dopo il primo atterraggio del razzo.

All’inizio di martedì 11 maggio, il prototipo dell’astronave SN15 ha iniziato a muoversi per la seconda volta dal suo lancio e atterraggio il 5 maggio. L’SN15 è stato trasportato da un vettore dedicato progettato per garantire l’atterraggio di veicoli spaziali senza la necessità di una gru, e l’SN15 è stato spostato con cura a poche centinaia di piedi dalla zona di atterraggio al “Suborbital Mount B”, uno dei due vettori di lancio identici. Il Monte A è utilizzato dalla Starship SN15 durante la sua campagna di test e lancio ed è in fase di rinnovo.

Sebbene SpaceX non abbia effettivamente installato la Starship SN15 sul Monte B, il prototipo è stato collegato a una gru e ha detto che l’installazione era imminente, forse solo in attesa che il vento si calmasse. Al momento del dispiegamento, SpaceX ha rimosso le sei piattaforme di atterraggio “ usate ” dell’SN15 ma non le ha sostituite, un passaggio necessario prima che la navicella possa volare di nuovo.

READ  L'elicottero Marte della NASA ha sentito il ruggito del pianeta rosso

Non è chiaro se le gambe possono essere installate dopo che la navicella è stata installata sulla rampa di lancio, il che significa che SpaceX potrebbe anche aspettare che i venti si abbassino fino a quando non sarà in grado di sollevare l’SN15 dal vettore e sostituirne le gambe – un processo comprensibilmente sensibile data la necessità che i lavoratori possano arrampicarsi sotto e intorno Un razzo che pesa più di 100 tonnellate è sospeso nella brezza.

L’astronave SN15 rilascia i suoi sei tratti corti poco prima dell’atterraggio. SpaceX

Va notato che anche dopo che SpaceX ha reinstallato l’astronave SN15 sulla rampa di lancio, non vi è alcuna garanzia che il prototipo volerà di nuovo. Prima di qualsiasi riaccensione, SpaceX sottoporrà quasi certamente il missile ad almeno un test aggiuntivo per dimostrare la presenza di carri armati e far funzionare costantemente i motori Raptor. Problemi o danni sopravvissuti alle ispezioni post-volo iniziali possono facilmente emergere durante questo processo ed è probabile che uno o più dei tre SN15 Raptor non verranno rimossi per un’ispezione dettagliata o sostituiti immediatamente.

Per ora, rimanete sintonizzati mentre SpaceX si prepara a installare Starship SN15 sulla rampa di lancio per la seconda volta e speriamo che l’attenzione si concentrerà sui prossimi passi dell’azienda.

La prima navicella spaziale SpaceX collaudata torna sulla rampa di lancio per il secondo round






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *