La presentatrice del programma Euro 2020 dell’Italia insiste sul fatto che non andrà in commando in un video virale

La presentatrice televisiva italiana Paola Ferrari ha insistito sul fatto che non andrà in commando dopo che un errore imbarazzante è stato catturato dalla televisione italiana durante la copertura di Euro 2020.

La Ferrari è il volto di copertina di Euro 2020 in Italia e attualmente sta lavorando con la Rai. L’incidente è avvenuto domenica sera durante la presentazione di una partita tra Italia e Galles.

L’annunciatrice si è seduta con le gambe incrociate, tuttavia, quando la Ferrari ha cambiato le gambe, gli spettatori hanno affermato che aveva un “momento di Sharon Stone Basic Instincts” in cui sembrava sopportare tutto.

Tuttavia, la Ferrari ha negato le accuse secondo cui non indossava biancheria intima in una risposta enfatica all’incidente.

La star 60enne è il volto della copertura italiana per Euro 2020

“Sta diventando virale, stanno usando più tecnologia VAR [on me] ha detto Ferrari.

“E’ successo ma non c’è niente di grave”.

Tuttavia, la Ferrari è lusingata dai confronti con Stone: “È un po’ elastico, come [Stone] Lei è una delle donne più sexy del mondo, insomma il video virale mi sembra un po’ esagerato, ho fatto due serate con i pantaloni.

“Sharon Stone non indossava biancheria intima in quella scena. D’altra parte preferisco proteggere la salute e l’igiene”.

Cosa ne pensi dell’Italia a Euro 2020? Facci sapere nella sezione commenti

La Ferrari presentava la partita dell'Italia con il Galles
La Ferrari presentava la partita dell’Italia con il Galles

L'incidente è avvenuto quando ha scambiato le gambe
L’incidente è avvenuto quando ha scambiato le gambe

Alcuni spettatori erano convinti di aver visto un tatuaggio di una farfalla, e anche la Ferrari ha negato.

READ  Il West Ham si unisce alla corsa per ingaggiare un difensore su richiesta: vantaggio in denaro, concorrenza ferma a 18 milioni di euro €

“Posso assicurarti che non ho un tatuaggio a farfalla, non volo in alto.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *