La polizia italiana sequestra uno yacht di proprietà dell’uomo più ricco della Russia | Ucraina

La polizia italiana ha sequestrato uno yacht di proprietà di Alexei Mordashov, l’uomo più ricco della Russia prima di lui È stato inserito nella lista nera questa settimana dall’Unione Europea Dopo l’attacco di Mosca all’Ucraina.

La nave “Lady M” di 65 metri (215 piedi) è stata prenotata nel porto di Imperia, nel nord Italia.

Sequestrato a Imperia anche un secondo yacht di Gennady Timchenko, altro miliardario con stretti legami con il presidente russo Vladimir Putin, che presto sarà sequestrato.

La mossa è arrivata quando i paesi occidentali hanno implementato sanzioni ad ampio raggio, incluso il congelamento dei beni, nel tentativo di costringere la Russia a ritirarsi. Ucraina.

Lo ha annunciato giovedì il ministro delle finanze francese Sequestro di uno yacht legato a Igor Sechincapo di Rosneft, nel porto di La Ciotat sul Mediterraneo.

Secondo i media italiani, Lady M è stata costruita dai costruttori navali americani Palmer Johnson nel 2013. La rivista Forbes afferma che il suo valore è di 27 milioni di dollari.

Mordashov ha costruito la sua fortuna attorno al produttore di acciaio russo Severstal. Tenendo conto dei beni di tutta la sua famiglia, Forbes stima che Mordashov avesse un patrimonio netto stimato di 29,1 miliardi di dollari prima dell’imposizione delle sanzioni, rendendolo l’uomo più ricco della Russia.

I media italiani hanno affermato che possiede una villa del valore di circa 66 milioni di euro (72 milioni di dollari) sulla costa dell’isola mediterranea della Sardegna. Non è stato immediatamente chiaro se la polizia avesse confiscato la proprietà.

Timchenko ha fatto fortuna con il commercio del petrolio ed è stato descritto da Putin come uno dei suoi più stretti confidenti. La Gran Bretagna ha dichiarato il mese scorso di essere uno dei principali azionisti della Banca di Russia, che ha svolto un ruolo nella destabilizzazione dell’Ucraina dopo che la Russia ha annesso la Crimea nel 2014.

Gli Stati Uniti hanno anche affermato che avrebbero adottato misure rigorose per confiscare le proprietà dei russi sanzionati.

“La prossima settimana lanceremo una task force multilaterale attraverso l’Atlantico per identificare, dare la caccia e congelare i beni delle società russe e oligarchiche sanzionate: i loro yacht, le loro ville e qualsiasi altro guadagno illecito che possiamo trovare e congelare sotto l’ombra di una sanzione”, ha affermato la Casa Bianca.

READ  L'unità palestinese ribalta lo status quo in Medio Oriente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *