La polizia italiana ha arrestato un uomo presumibilmente collegato agli attacchi terroristici di Parigi del 2015

Lunedì la polizia italiana ha arrestato un uomo nella città portuale meridionale di Bari perché sospettato di coinvolgimento negli attacchi terroristici del 2015 a Parigi, che hanno portato all’attacco alla sala da concerto del Bataclan.

L’uomo, identificato come Atmane Duami, 36 anni, cittadino algerino, era legato alla Moschea di Finnsbury Park a Londra.

Si dice che abbia fornito documenti falsi ai terroristi islamici che hanno effettuato gli attacchi di Parigi, in cui sono state uccise 130 persone e 350 ferite.

I terroristi hanno effettuato attacchi congiunti al teatro Bataclan, a cinque caffè e allo Stato di Francia.

È stato anche accusato di essere un membro di un’organizzazione terroristica, ha detto la polizia italiana, aggiungendo che era un membro dello Stato islamico.

Doomi è stato “soggetto a un processo di estremismo religioso e ha avuto contatti frequenti e di lunga data con jihadisti e militanti di organizzazioni terroristiche internazionali”, ha detto la polizia.

La polizia ha detto di essere in contatto con un imam della moschea di Finnsbury Park che ha contribuito alla militanza. L’Imam ha diffuso un video affermando che il governo 19 era una “punizione divina” per i non musulmani e i musulmani che disobbedivano rigorosamente alle credenze islamiche.

Tommy è già in Barry Jail, dove sta scontando una condanna a due anni per possesso di documenti falsi.

Doveva essere rilasciato a giugno, ma le accuse relative agli attacchi di Parigi indicano che il suo rilascio è stato bloccato.

E ‘stata emessa una nuova ordinanza restrittiva, dicono gli investigatori italiani, aggiungendo che Duami scomparirà “senza lasciare traccia” se gli sarà permesso di lasciare la prigione.

READ  Le azioni di SumoLogic scendono del 7% dopo i risultati del quarto trimestre, accordo per l'acquisto di DF Labs in Italia

Bari era un importante punto di trasporto per i jihadisti che tornavano in Europa dal Medio Oriente, hanno detto gli investigatori.

“Barry sta diventando un punto focale nella lotta al terrorismo. Non c’è dubbio che chi proviene da zone di guerra e da zone controllate da reti terroristiche dovrà passare da Barry per motivi logistici per raggiungere altri Paesi europei”, ha detto l’avvocato regionale Roberto Rossi .

Si dice che Dwami, noto anche come Tommy Mahraz, abbia avuto legami con Abdelhamid Abboud, un militante belga dell’IS che ha ideato gli attacchi di Parigi. Aboud è stato ucciso durante un raid della polizia cinque giorni dopo gli attacchi.

Gli investigatori francesi hanno stabilito che le persone coinvolte negli attacchi di Parigi avevano 14 documenti di identità belgi falsi dello stesso produttore.

Le truffe, secondo i giudici francesi, hanno aiutato “a prendere accordi per gli attacchi, in particolare per affittare appartamenti, viaggiare in tutta Europa per creare una cellula terroristica e ottenere indietro i soldi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *