La Palestina condanna Boris Johnson per essersi opposto alle indagini della Corte penale internazionale in Israele | Territori palestinesi

La Palestina ha detto che le relazioni con la Gran Bretagna hanno raggiunto un “punto basso” dopo che Boris Johnson ha annunciato di essere contrario L’inchiesta della Corte penale internazionale In presunti crimini di guerra nei territori occupati da Israele.

Il primo ministro ha rilasciato dichiarazioni In una lettera al gruppo di pressione conservatore di Friends of Israel Nel Regno Unito, ha detto questo mentre il suo governo era “rispettoso”. [for] L’indipendenza della corte, tuttavia, si oppone a questa speciale indagine in Israele.

“Questa inchiesta dà l’impressione che si tratti di un attacco parziale e dannoso contro un amico e alleato del Regno Unito”, ha scritto.

a Una dichiarazione pubblicata sul sito web della sua missione diplomatica Al Regno Unito, la Palestina ha detto che la lettera contraddiceva un diritto internazionale “profondamente deplorevole” e una precedente politica britannica.

Ha detto: “Rappresenta un punto basso nelle relazioni tra il Regno Unito e la Palestina e mina la credibilità del Regno Unito sulla scena internazionale”. Il Regno Unito crede chiaramente ora Israele Al di sopra della legge. Non c’è altra interpretazione di una dichiarazione che dia un’autorizzazione assoluta Israele. “

“Da un lato, il primo ministro Johnson afferma di sostenere la missione della Corte penale internazionale. D’altra parte, sembra sostenere che la sua missione non può estendersi a Israele perché è “un amico e alleato” del Regno Unito.

Indagine ufficiale su presunte atrocità nella Cisgiordania occupata, a Gerusalemme est e nella Striscia di Gaza È stato lanciato il mese scorso Si prevede che coprirà la guerra di Gaza del 2014, gli scontri al confine del 2018 con Gaza e la costruzione di insediamenti israeliani in Cisgiordania.

READ  Countries reconcile New Year's celebrations with persistent concerns about the pandemic: NPR

Espone centinaia di israeliani – inclusi soldati e personalità politiche di spicco – al rischio di essere perseguiti. Primo ministro di Israele, Benjamin Netanyahu, Respingendo il caso come “antisemitismo puro e ipocrisia al culmine dell’ipocrisia”.

Gruppi armati palestinesi, anche di stanza a Gaza Hamas La fazione, accusata di aver deliberatamente attaccato civili con lanci di razzi indiscriminati, sarà sottoposta ad esame. Tuttavia, l’Autorità Palestinese con sede in Cisgiordania, che è un rappresentante riconosciuto a livello internazionale dei palestinesi, vuole portare avanti la questione.

Nella sua lettera, Johnson ha approvato l’affermazione di Israele secondo cui la corte non ha giurisdizione per indagare perché “Israele non è una parte dello Statuto di Roma”. [that established the court] La Palestina non è uno stato sovrano “.

La Corte Lo rifiutaIndicare lo status della Palestina come Stato osservatore non membro delle Nazioni Unite e le capacità dei pubblici ministeri di indagare su persone provenienti da paesi non firmatari.

La Palestina ha affermato nella sua dichiarazione che quando è entrata in tribunale, il Regno Unito non aveva sollevato obiezioni e aveva tutto il diritto di intentare cause per conto delle vittime.

Se il signor Johnson si oppone a questo, è contro la legalità del tribunale. Inoltre, è in contrasto con la politica britannica dichiarata, che chiarisce che gli insediamenti violano il diritto internazionale e quindi sono un crimine di guerra.

Se Israele non è responsabile delle sue azioni, non ha alcun incentivo a rispettare il diritto internazionale. Se “amici e alleati” sono esclusi dal diritto internazionale, non vi è alcuna base per un ordine globale basato su regole “.

READ  Elezioni catalane: i partiti di indipendenza ottengono la maggioranza regionale | Politica | notizia

Diversi enti di beneficenza filo-palestinesi nel Regno Unito si sono uniti per condannare il discorso di Johnson. a Dichiarazione congiuntaHanno accusato il primo ministro di “ingerenza politica” nel lavoro della corte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *