La NASA sta per tentare una manovra “rischiosa” per salvare Hubble, che è ancora offline

Dopo un mese di tentativi, gli ingegneri della NASA hanno finalmente pensato di aver individuato con esattezza cosa fosse andato storto Il telescopio spaziale più potente del mondo Da più di un mese.

Il telescopio spaziale Hubble, lanciato in orbita nel 1990, ha Foto scattate Dalla nascita e morte delle stelle, alla scoperta di nuove lune attorno a Plutone e al monitoraggio di due oggetti interstellari mentre attraversano il nostro sistema solare.

Le sue osservazioni hanno permesso agli astronomi di calcolare l’età e l’espansione dell’universo e di osservare le galassie che si sono formate poco dopo l’universo. la grande esplosione.

Ma il telescopio è offline dal 13 giugno quando Uno dei computer principali ha smesso di funzionare. Gli ingegneri della NASA hanno trascorso l’ultimo mese a eseguire test diagnostici e analisi dei dati, e mercoledì l’agenzia annunciare Potrebbero aver finalmente fatto risalire il problema a un regolatore di potenza difettoso.

Con una certa sicurezza di aver localizzato l’elemento sbagliato, gli esperti di Hubble si stanno preparando a passare ai telescopi di backup giovedì. Questo potrebbe riportarla nei suoi appunti di scienze in pochi giorni.

“Penso che ci riusciranno, ma non è garantito”, ha detto a Insider la scorsa settimana Paul Hertz, direttore della divisione di astrofisica della NASA.

Hubble non è stato aggiornato dal 2009 e alcuni dei suoi dispositivi hanno più di 30 anni.

“Può essere che la causa del problema abbia qualcosa a che fare con l’età di Hubble? La risposta è quasi certamente sì”, ha detto Hertz.

“Un giorno, un componente si guasterà casualmente e non avremo un backup per esso. Questo è il modo più probabile per porre fine alla missione di Hubble”.

READ  Il virus Jamestown Canyon è stato rilevato per la prima volta nelle zanzare nel New Hampshire

La NASA deve convertire gran parte dell’hardware di Hubble in backup

Il payload computer di Hubble – una macchina degli anni ’80 che controlla e monitora tutti gli strumenti scientifici della navicella spaziale – Improvvisamente ha smesso di funzionare il 13 giugno. Gli ingegneri hanno provato e fallito a riportarlo online più volte.

Alla fine, dopo aver eseguito ulteriori test diagnostici, si sono resi conto che il problema non era affatto il computer: era stato qualche altro hardware sulla navicella a causare l’arresto.

Ci sono volute altre tre settimane per identificare un possibile colpevole. Ora, gli ingegneri di Hubble credono che un guasto di sicurezza nell’unità di controllo della potenza del telescopio (PCU) abbia ordinato al computer del carico utile di spegnersi. La PCU potrebbe inviare la tensione errata al computer o il blocco stesso potrebbe non funzionare correttamente.

La buona notizia è che ogni pezzo di Hubble ha un gemello preinstallato sul telescopio in caso di guasto. Quindi gli ingegneri della NASA devono passare alla PCU di standby.

Ma non è così semplice come spegnere una PCU e accenderne un’altra. L’unità è collegata a molti altri componenti dell’unità di controllo dello strumento di misurazione ed elaborazione dati scientifica del telescopio (SI C&DH in breve). Quindi la NASA deve attivare l’intero lato di SI C&DH.

Dopo che la NASA avrà effettuato la conversione giovedì, questo nuovo lato di SI C&DH non avrà alcun backup. Se fallisce entro pochi anni, potrebbe significare la fine di Hubble.

Ma per ora, riportare l’osservatorio online è fondamentale per la NASA.

READ  Lo studio rileva che i pipistrelli neonati chiacchierano, proprio come i bambini

“Hubble è una delle missioni astrofisiche più importanti per la NASA. È in funzione da più di 31 anni e la NASA spera di continuare per molti altri anni”, ha detto un portavoce dell’agenzia. Ha detto dall’interno a giugno.

La NASA ha già utilizzato hardware di backup di Hubble, ma è rischioso

La NASA ha affermato che sebbene il telescopio e i suoi strumenti scientifici siano ancora in condizioni di lavoro, l’interruttore sarà “più pericoloso” di quanto si aspettassero gli ingegneri dopo aver valutato per la prima volta il problema.

“Non puoi vedere l’astronave, non puoi vederlo accadere”, ha detto Hertz. “Devi assicurarti che i tuoi equipaggiamenti facciano esattamente ciò che intendi fare”.

Ha aggiunto: “Non vuoi spegnere accidentalmente il ricevitore radio. Non vuoi scambiare accidentalmente una batteria che non è pronta per l’accensione”. “Semplicemente non vuoi rompere accidentalmente qualcosa.”

Quindi gli ingegneri della NASA hanno controllato e rivisto di nuovo i loro piani prima che l’agenzia accettasse il passaggio. Il team ha eseguito simulazioni dell’interruttore su computer che simulavano Hubble sulla Terra e la NASA ha eseguito due revisioni delle procedure per la commutazione dei dispositivi.

“Ho detto alla squadra, ‘Non ho fretta'”, ha detto Hertz. “La cosa più importante è riportare Hubble indietro in modo sicuro, non farlo tornare il più rapidamente possibile”.

La NASA ha riavviato Hubble utilizzando questo tipo di processo in passato. Nel 2008, dopo un crash del computer, il telescopio ha smesso di funzionare per due settimane, Gli ingegneri si sono trasformati ai dispositivi ridondanti.

Un anno dopo, gli astronauti hanno riparato due dispositivi rotti mentre erano in orbita: quello era il dispositivo Hubble Quinta e ultima operazione di manutenzione. La NASA attualmente non ha modo di lanciare gli astronauti nel telescopio spaziale.

READ  Rover to explore the soul landing on Mars

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da interessato al commercio.

Altro da Business Insider:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *