La NASA avverte che le “oscillazioni” della luna potrebbero significare gravi inondazioni costiere della durata di un mese o più nel prossimo futuro

STATEN ISLAND, New York – Se l’innalzamento del livello del mare non è abbastanza preoccupante, gli scienziati della NASA affermano che un “traballante” nell’orbita della luna potrebbe significare alcune delle maree più alte viste da decenni.

Gli scienziati del Sea Level Change Science Team della NASA dell’Università delle Hawaii hanno condotto il nuovo studio e hanno scoperto che le alte maree a metà degli anni ’30 spesso superano le soglie di inondazione conosciute in tutto il paese.

L’amministratore della NASA Bill Nelson ha affermato che sperano di condividere le loro scoperte per aiutare a prepararsi meglio e prevenire i danni all’ambiente e ai mezzi di sussistenza delle persone colpite dalle inondazioni.

“Le aree basse vicino al livello del mare sono sempre più vulnerabili e soffrono di un aumento delle inondazioni, e non farà che peggiorare”, ha detto Nelson. “La combinazione della gravità lunare, dell’innalzamento del livello del mare e del cambiamento climatico continuerà ad esacerbare le inondazioni costiere sulle nostre coste e in tutto il mondo”.

Inoltre, secondo la NASA, le inondazioni possono durare un mese o più ed essere frequenti ogni giorno o due, a seconda delle posizioni della Luna, della Terra e del Sole.

Phil Thompson, professore associato presso l’Università delle Hawaii e autore principale del nuovo studio, pubblicato questo mese su Nature Climate Change, osserva che le inondazioni di alta marea spesso portano a inondazioni meno gravi delle mareggiate costiere, ma che frequenti impatti possono avere l’impatto maggiore. .

“L’effetto cumulativo nel tempo avrà un effetto”, ha detto. Ma se viene allagato 10 o 15 volte al mese, l’azienda non potrà continuare a operare con un parcheggio sottomarino. Le persone perdono il lavoro perché non possono lavorare. I pozzi d’acqua che perdono sono diventati un problema di salute pubblica”.

READ  Il rover Curiosity sta spiando le scintillanti nuvole colorate su Marte

A giugno, i funzionari della città hanno rilasciato le mappe Come parte del programma di resilienza delle acque piovane della città che mostra dove le alte maree potrebbero diminuire nei prossimi decenni. Le mappe hanno mostrato che le parti costiere di Staten Island potrebbero subire frequenti inondazioni costiere.

Piano resistente alle acque piovane, annunciato a maggio, è un progetto di 10 anni progettato per aiutare i newyorkesi a prepararsi per gli eventi di inondazione e il piano della città per la risposta alle emergenze e la gestione a lungo termine, secondo l’ufficio del sindaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *