La NASA afferma che domenica la Terra è sotto osservazione per una tempesta geomagnetica

Tampa, Florida (WFLA) – Planet Earth Under A. Guarda una tempesta geomagnetica Di domenica e per fortuna, non è così spaventoso come sembra.

In effetti, alcune persone in queste situazioni fanno le valigie e salgono su un aereo – non per fuggire al sicuro, ma per assistere al bellissimo risultato: l’aurora boreale o l’aurora boreale.

Tutto inizia con un brillamento solare sulla superficie del sole. Secondo la NASA, I brillamenti solari sono un’improvvisa esplosione di energia causata dall’incrocio o dalla riorganizzazione delle linee del campo magnetico vicino alle macchie solari. Proprio come abbiamo condizioni diverse nella nostra atmosfera di giorno in giorno, così fa il sole. L’attività solare, come i brillamenti, non è infrequente, ma alcuni periodi di tempo sono più attivi di altri. Anche l’intensità e la dimensione di ogni bagliore variano.

Quando il sole rilascia energia sotto forma di un brillamento solare, questa radiazione viaggia attraverso lo spazio e può influenzare la Terra, motivo per cui la monitoriamo. Talvolta le radiazioni possono interferire con le comunicazioni wireless.

Crediti: NASA / SDO

Quando osservano l’attività solare, gli scienziati stanno osservando l’emissione di massa coronale (CME), che è una gigantesca bolla di radiazioni che esplode nello spazio ad alta velocità. Le CME a volte si verificano con un brillamento solare quando i campi magnetici del sole vengono riallineati.

READ  SpaceX segna il riutilizzo del booster all'avvio di Starlink

Quando le bolle di radiazione giganti raggiungono l’atmosfera terrestre, possono innescare intense esposizioni di luce nel cielo, chiamate aurore. Il loro nome comune è anche l’aurora boreale.

Al contrario, nello scenario peggiore, le radiazioni possono causare un’interruzione di corrente e corrente elettrica.

Top Shot – L’aurora boreale, nota anche come aurora boreale, illumina il cielo lungo la tangenziale nel sud-est dell’Islanda, tra il lago glaciale di Jokulsarlon e Höfen, il 7 ottobre 2018 (foto di Mariana Suarez / AFP) (foto di Mariana Suarez / AFP tramite Getty Images)

Gli scienziati hanno registrato un alone parziale CME e determinato, in base alle sue dimensioni e intensità, che la Terra avrebbe sperimentato condizioni di tempesta geomagnetica già a mezzogiorno di domenica. Si aspettano G2, o livelli di tempesta moderati, e ciò dovrebbe causare ore di aurore brillanti.

Le condizioni di tempesta G2 possono attivare allarmi di tensione nei sistemi di alimentazione che si trovano sopra il livello del mare. Aree simili possono subire danni al trasformatore durante tempeste geomagnetiche prolungate.

La NASA si aspetta Probabilmente non vedremo alcun disturbo come risultato di questo CME, ma anticipano le brillanti aurore e si avventurano a sud fino al confine settentrionale degli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *