La lite di Conte e Agnelli è stata inspiegabilmente ignorata nel Derby Referee Report, sotto i riflettori sui media italiani


La spaccatura netta tra Antonio Conte e il presidente della Juventus Andrea Agnelli non è stata menzionata in modo incredibile dagli ufficiali di gara nel report del Derby Italia, come hanno sottolineato oggi i media italiani.

La versione cartacea del Corriere della Sera è rimasta perplessa nello spiegare come il quarto arbitro Daniele Chevy non abbia fatto riferimento agli odiosi incidenti dell’arbitro Maurizio Mariani dopo il ritorno della semifinale di Coppa Italia di martedì a Torino.

Questa omissione ha fatto sì che ieri il comitato disciplinare della Serie A non potesse punire Conte o Agnelli a causa di un lungo litigio tra loro all’Allianz Stadium, spingendo invece la Federcalcio italiana ad aprire un’indagine propria.

Il quotidiano milanese riporta: “Bisogna chiedersi come fa nessuno a sentire niente”.

“Questa è stata un’altra lite che ha offeso l’immagine del calcio italiano, dopo un’altra vergognosa disputa tra Zlatan Ibrahimovic e Romelu Lukaku, ma senza denunciarlo il giudice sportivo non ha potuto fare nulla”.

Conte è stato catturato dalla telecamera mentre mostrava il dito di Annelie che camminava verso il tunnel tra le due metà martedì, con il giornalista di RAY Sport. Rivelato oggi È stata la Juventus a riprenderlo con le loro telecamere personali.

Agnelli avrebbe insultato più volte Conte dagli spalti – insieme ad altri giocatori e dirigenti della Juventus – fino a quel momento, provocando la reazione disgustosa del tecnico nerazzurro.

Il CdS ha concesso a Mariani un pass gratuito per non aver scoperto gli eventi mentre era impegnato a giudicare la partita, ma non ha saputo spiegare come sia Chiffi sia gli ispettori FIGC presenti abbiano ignorato le scaramucce.

READ  Il titolo di "Gran Premio Made in Italy ed Emilia-Romagna" scelto per i F1 RaceFans di Imola

I pubblici ministeri federali dovevano convocare Chevy oggi per presentare la sua versione degli eventi in una videochiamata.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *